Operai Indesit e della Whirlpool con Landini

landini mFABRIANO «NULLA sarà più come prima all’Indesit». Così il segretario provinciale Fiom-Cgil Fabrizio Bassotti ha ribadito la forte preoccupazione del distretto fabrianese dopo l’acquisto da parte della Whirlpool e in attesa che proprio il colosso americano definisca il suo piano industriale. Parole che Bassotti ha pronunciato ieri davanti al segretario nazionale della Fiom Maurizio Landini che per la prima volta è deciso a scendere in campo sul caso Indesit. Ieri a Bologna (sede a metà strada tra i poli di Varese e Fabriano) proprio Landini ha tirato le conclusioni della maxi-riunione delle Rsu della Fiom di Indesit e Whirlpool nel primo confronto congiunto tra le due realtà ormai facenti parte della medesima famiglia, tanto da dare vita ad un unico coordinamento sindacale. A Landini hanno esternato i loro timori i lavoratori del gruppo che temono tagli e accorpamenti per Indesit che conta oltre duemila dipendenti nel distretto fabrianese.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-

Fonte foto dal web

Precedente Manifattura Tabacchi, arresti al vertice Sigarette taroccate per 100 milioni Successivo FABRIANO - VENETO BANCA DONA QUATTRO COMPUTER A EDIMAR