Operai senza stipendio, in fila anche da morti per la tumulazione

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Senigallia (Ancona), 11 marzo 2015 – Costretti a fare la file… anche da morti. E sì, perché ieri mattina al cimitero di Montignano due defunti di due distinte imprese funebri hanno dovuto mettersi in coda ed attendere oltre un’ora prima della tumulazione.

Il motivo è il mancato arrivo degli addetti cimiteriali della ditta che gestisce l’appalto per conto del Comune. Operai che non riceverebbero lo stipendio da tre mesi e che non hanno neanche i soldi per spostarsi con il mezzo per le tumulazioni tra il cimitero di Senigallia, quello di Roncitelli ed appunto quello di Montignano; quindi i familiari dei defunti hanno dovuto attendere l’arrivo degli operai comunali per poter finalmente tumulare le bare; una operazione che tra l’altro costa oltre 300 euro.

Quanto verificatosi ieri non sarebbe una novità, sia per quanto riguarda episodi analoghi, sia per lo stato in cui versano i cimiteri cittadini con proteste più volte sollevate per il degrado.

A confermare la situazione, anche il candidato a sindaco Marcello Liverani (Lista Nuova Senigallia) che preannuncia addirittura una denuncia alla Guardia di Finanza e alla Procura della Repubblica. “Il cimitero di Senigallia, comprende anche Montignano e Roncitelli – sottolinea Liverani -. Le cinque persone che lavorano nel cimitero non vengono pagate dalla ditta (con sede nell’Avellinese ndr) che ha vinto l’appalto con un ribasso del 46% in meno, e già questo avrebbe dovuto allarmare i nostri amministratori. Questa ditta non aveva pagato gli stipendi di ottobre, novembre e dicembre. Poco prima di Natale versò una mensilità solamente omettendone le altre due. Il 15 gennaio il Comune saldava agli operai le due mensilità che erano rimaste in sospeso. Dal primo gennaio gli operai non hanno visto un euro. Gli operai non hanno più neanche un euro per pagare la benzina del camioncino con l’elevatore, che ovviamente è fermo, non permettendo più la tumulazione delle salme”.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Furto nel capannone ​del presidente del Muccia Successivo Scarti di lavorazione in fiamme: i pompieri salvano il calzaturificio