Ore 13: il vecchio serbatoio abbattuto con l’esplosivo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Monte Vidon Combatte, 28 gennaio 2015 – Alle 13 in punto sono state fatte esplodere le cariche di esplosivo che hanno abbattuto il serbatoio situato sul monte della Formica, a Monte Vidon Combatte. La ditta I.E. (Infrastrutture ecologia) di Modena ha eseguito le operazioni pratiche di smantellamento con l’utilizzo di esplosivo proveniente dalla polveriera di Rimini.

Il vecchio manufatto è stato minato tramite l’inserimento lungo i pilastri di sostegno della torre di numerose micro-cariche di esplosivo, azionate a distanza di qualche frazione di secondo l’una dall’altra. Tutte le operazioni di sicurezza (avviate dalle 8.30) propedeutiche alla demolizione – l’interdizione di strade e l’evacuazione di abitazioni e persone nel raggio di 150 metri dal serbatoio – sono state coordinate dal maresciallo dei carabinieri di Petritoli Zenobio Quarta, in stretta collaborazione con la prefettura di Fermo. Sul posto anche il sindaco Luciano Evandri, i vigili del fuoco di Fermo, l’ingegnere responsabile del Ciip, il direttore delle operazioni tecniche incaricato dalla ditta I.E., la polizia provinciale e la Croce Arcobaleno di Petritoli. Paola Pieragostini



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Muore al San Salvatore e dona la vita Espiantati cuore, fegato, reni e cornee Successivo Prelievo multiplo di organi al San Salvatore: donati cuore, fegato, reni e cornee