Oro e gioielli nel covo, è caccia al resto della banda

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova, 26 ottobre 2015 – Una banda di albanesi che si spostava dopo aver ripulito ville e abitazioni della zona e che ha messo a segno furti nel maceratese e in tutta la regione. Avrebbero imperversato in tutte le Marche, negli ultimi tempi messo a soqquadro il maceratese, in un tipico esempio di ‘turismo criminale’, ora azzoppato dai carabinieri che hanno assestato un duro colpo al clan con l’arresto di Dorald Kurti, 23enne albanese, senza fissa dimora, pregiudicato per reati contro il patrimonio.

Le manette sono scattate anche ai polsi del fratello 27enne Leomsi e di un altro connazionale, R. S. di 28 anni. Dalle perquisizioni effettuate nelle ultime 48 ore a Civitanova e Porto Sant’Elpidio, sono spuntati orologi e oggetti d’oro, merce rubata che gli inquirenti metteranno a confronto con le denunce ricevute e con le testimonianze delle vittime delle razzìe. Avevano il ‘campo base’ tra Civitanova e Porto Sant’Elpidio gli albanesi e infatti, nella notte tra il 21 e il 22 settembre, una pattuglia dell’Arma aveva intercettato Dorald a Santa Maria Apparente, al volante di una Bmw rubata a Montecassiano. Inseguito, riesce a scappare speronando la gazzella, ma i carabinieri non mollano le ricerche e quella stessa notte l’auto viene ritrovata abbandonata in aperta campagna. Di lui nessuna traccia.

Da allora indagini serrate, fino all’identificazione che insieme a risultanze investigative convincono il gip del tribunale di Macerata a emettere un’ordinanza di custodia in carcere per ricettazione, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Sabato pomeriggio i carabinieri di Civitanova, insieme ai colleghi di Porto Sant’Elpidio, lo rintracciano in un bar, insieme ad altri due connazionali, uno è il fratello, e oppongono resistenza per agevolare la fuga del ricercato. Un tentativo vano e vengono tutti arrestati, Dorald per l’ordinanza e gli altri due per resistenza a pubblico ufficiale.

Hanno tutti precedenti per furto. Durante le perquisizioni dei covi a Civitanova e Porto Sant’Elpidio trovati anche trenta grammi di cocaina e altre due persone sono state accompagnate in caserma e sono in corso accertamenti per verificarne le responsabilità. Dorald Kurti è in carcere a Fermo, gli altri due in cella di sicurezza della caserma di Civitanova.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Dipendente esagera con i permessi: il sindaco gli taglia lo stipendio Successivo La tamponano e poi le rubano la macchina