Osimo, niente sospensiva dal Tar Punto nascite addio, deve chiudere

punto nascite

Il Borghigiano Fabriano il blog delle Marche-

I giudici si sono pronunciati a favore della Regione e contro il Comune di Osimo: niente sospensiva, il reparto di Ostetricia deve chiudere.

Il Comune di Osimo aveva chiesto di sospendere la determina dell’Asur i e far conquistare al reparto di ostetricia e ginecologia di Osimo altri mesi di vita in attesa dell’udienza di merito. I legali del Comune hanno spiegato ai giudici l’opportunità di continuare a seguire al punto nascite del Ss. Benvenuto e Rocco le gravidanze non a rischio, evidenziando che in caso di complicanze l’alternativa di spostarsi a Jesi e al Salesi richiederebbe maggiori distanze, dunque rischi per la gestante. Ma i giudici non hanno accolto la richiesta e sembra dunque davvero segnato il destino della Maternità di Osimo, che deve chiudere il 31 gennaio.

Notizia riferita dal Corriere Adriatico

Precedente Marche, la sanità ancora nel mirino, i pensionati scendono in piazza Successivo Sgarbi no limits, idea sindaco a Bologna, Milano o Trieste