Palazzina ripulita dai ladri mentre i padroni di casa vanno a Messa

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 7 marzo 2016 – HANNO agito in pieno giorno, nel giro di un paio d’ore. Dopo essersi assicurati che tutti i residenti della palazzina che si trova in Contrada Ete 45 erano usciti e che, almeno per qualche ora, nessuno li avrebbe disturbati.

«Ci tenevano d’occhio da tempo, ne sono sicura», si sfoga una delle vittime. Il colpo è stato messo a segno ieri, in una domenica tranquilla solo in apparenza per le vittime, tra le 11,30 e le 13 circa. Nel mirino dei ladri sono finiti quattro appartamenti che fanno parte di una palazzina di tre piani, poco distante dall’Emporio verde Sollini.

Il colpo e i tempi sono stati studiati nei minimi dettagli. I ladri, infatti, hanno aspettato che le famiglie uscissero e, quando intorno alle 11,30, la palazzina è rimasta vuota sono entrati in azione. Uno degli appartamenti è occupato da uno studio legale che la domenica è chiuso.

Hanno forzato il portone d’ingresso, alcune persiane e sono saliti nei vari piani. «I portoncini delle abitazioni – racconta una delle vittime – hanno delle semplici chiusure di sicurezza, non sono blindati». Così sono riusciti a entrare in quattro appartamenti. Una volta dentro, i ladri hanno messo a soqquadro tutte le stanze e rovistato nei cassetti. Si sono allontanati con gioielli, oro, contanti e oggetti vari anche se il bottino esatto è ancora da quantificare.

«Noi ci siamo assentati dalle 11,30 alle 14 circa – prosegue la proprietaria di un appartamento – per andare a Messa e al cimitero e quando siamo tornati abbiamo trovato la polizia». Qualcuno rientrando a casa aveva già fatto l’amara scoperta e allertato le forze dell’ordine. «A casa nostra – aggiunge – hanno portato via addirittura delle borse e in altre abitazioni hanno provato a forzare le casseforti». In quella palazzina non si erano mai verificati episodi analoghi, ma la stessa cosa non si può dire per quelle attorno. «Chi ci tutela? Cosa dobbiamo fare? Non ci sentiamo sicuri. Così non si vive», è l’amara constatazione delle vittime. Sul posto sono arrivati gli agenti del Commissariato che hanno effettuato un primo sopralluogo, in attesa dei rilievi della Scientifica.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Pesaro, faccia a faccia con i ladri Lui ?minacciato e ferito con un cacciavite Successivo La truffatrice le porta via i risparmi, gara di solidarietà per un’anziana