Panini e bibite sul lungomare, chalet in rivolta contro gli abusivi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 4 giugno 2015 – Il 2 giugno è stato il primo vero giorno di mare e molta gente si è riversata sulla spiaggia di buon mattino e sul lungomare di sera. Se però a nord si piange per i parcheggi inesistenti che spingono in altri lidi o in altri chalet i pendolari, a sud non si ride per altre ragioni: in primo luogo l’esercito sempre crescente di abusivi, talora anche strafottenti e minacciosi; in secondo luogo i furbetti che si portano sul posto nelle ore strategiche, aprono fornitissimi furgoni, allestiscono stand e vendono panini con porchetta, prosciutto e quant’altro, con tanto di bibita per digerir meglio.

Stando agli esercenti, un esercizio abusivo dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande che li danneggia in modo pesante, al di là della illiceità dell’azione. A rappresentare al sindaco il problema, ieri mattina sono stati Claudio Pini, presidente Abat e titolare dello chalet Lido Cristallo, e Alfredo Mandolesi, titolare dello stabilimento Marebello.

«La vendita itinerante ha regole molto rigorose e a Civitanova ancor di più», dice Pini. «Secondo la disciplina deliberata nel 2002, infatti, essa è del tutto vietata sul lungomare mentre in altre zone è consentita per un periodo limitato a un’ora. E invece sul lungomare sud quattro o cinque furgoni si piazzano negli spazi del parco per bambini alla mezzanotte o l’una e smontano al mattino, approfittando del via vai dei clienti che vanno allo Shada o nei vari chalet».

Problema non meno grave quello degli abusivi, un vero e proprio esercito che indisturbato si piazza sul marciapiedi, ostacola il passeggio e talora si lascia andare ad atteggiamenti poco opportuni. È successo l’altra sera, quando diversi «ambulanti» si sono presentati a uno chalet–ristorante per fruire dei servizi igienici. Buona creanza e norma lo prevedono, ma l’alto numero e – dicono – il modo arrogante, hanno disturbato i titolari che avrebbero reagito e per questo avrebbero subìto minacce in modo piuttosto pesante.

«L’altra sera c’era un ricco e qualificato mercatino dell’antiquariato sulla corsia nord – dice Alfredo Mandolesi –, ma il numero degli abusivi superava abbondantemente quello degli espositori. Lasciamo perdere l’immagine, ma i controlli dove stanno?». Il sindaco Corvatta ha preso atto delle doglianze e garantito che contro i furgoni-paninari prenderà presto provvedimenti. Più difficile il discorso degli abusivi. Il motivo è sempre quello: le forze dell’ordine sono poche e i problemi tanti.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente FABRIANO - MODELLO F24, ULTIMI GIORNI PER L’AUTOLIQUIDAZIONE Successivo Valentino Rossi produrrà il merchandising della Juventus