Pasqua al museo: il vademecum per chi rinuncia alla scampagnata

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 24 marzo 2016 – I Musei Civici di Palazzo Mosca e Casa Rossini saranno aperti per l’intera giornata da venerdì 25 fino a lunedì 28 marzo con orario 10-13,15.30-18.30.

A Palazzo Mosca, accanto alle collezioni permanenti, ci sono ben due eventi temporanei che arricchiscono l’offerta. «Illuminati. Immagini dalla letteratura: Bellini, Dalì e i contemporanei», è una mostra «diffusa» e trasversale – accanto ai musei anche Casa Rossini e lo scalone vanvitelliano – incentrata sul desiderio di rappresentare un assunto noto ma ricco di sorprese: la funzione iconografica delle opere letterarie e la loro capacità di ispirare gli artisti di tutti i tempi. E poi, l’esposizione che fa luce sulle ceramiche italiane degli anni ‘50 del Novecento, più precisamente su quei manufatti che vennero presentati nel 1952 alla Terza Mostra Nazionale della Ceramica di Pesaro; tra i nomi da ammirare, Leoncillo Leonardi, Nanni Valentini, Bruno Baratti, Antonia Campi.

Ma un passaggio lo merita anche Casa Rossini. La casa natale del compositore oggi infatti è più piacevole grazie al nuovo assetto, dove le nuove tecnologie sono le protagoniste: come gli occhiali Artglass in cui il Maestro si materializza accanto al visitatore per accompagnarlo in un percorso davvero emozionante.

Anche l’area archeologica di via dell’Abbondanza si apre alle visite del pubblico; orario dal 25 al 28 marzo: 10.30-12.30, 15.30-17.30. Qui sono visibili i resti di una lussuosa dimora signorile di prima età imperiale, riccamente decorata con eleganti mosaici. Al V secolo d.C. risale invece l’impianto termale di cui rimane parte del calidarium e del forno che riscaldava l’aria. Tra i reperti emersi durante lo scavo, sono esposti ceramiche, lucerne e oggetti quotidiani. Il percorso virtuale, un vero e proprio unicum nelle Marche, prevede proiezioni sulle pareti con le ricostruzioni tridimensionali degli antichi ambienti della domus che permettono di ricostruire scene della vita quotidiana dell’epoca. Accesso e fruizione sono garantiti anche agli ipovedenti con pannelli braille e modelli tattili.

Tra i luoghi da visitare in centro storico pure lo scalone vanvitelliano (di fianco alla scuola media Don Gaudiano), una delle sedi della mostra «Illuminati», aperto dalle 16 alle 19 (dal 25 al 28 marzo).

Passando dall’arte alle moto ma rimanendo sempre nella storia più gloriosa della città, si fa tappa alle Officine Benelli (info 0721 31508) reduci da un pieno di visitatori appassionati nelle Giornate del Fai di Primavera; orario: venerdì 25 marzo 9.30-12.30, 16.30-19, sabato 26 marzo e lunedì di Pasquetta 16.30-19; chiusura, domenica di Pasqua.

Dal centro al mare. Accolto a Villa Molaroni, elegante edificio di inizio novecento immerso nel verde di un parco, il Museo della Marineria Washington Patrignani entra nel pacchetto dell’offerta pasquale e sarà visitabile: venerdì 25 marzo, Pasqua e Pasquetta 16-19 (chiuso il sabato santo). L’invito a visitare questo museo comunale è aperto a tutti coloro che sono curiosi di conoscere la storia della città dal punto di vista della gente di mare; nelle sale espositive è infatti possibile ammirare una selezione interessante di documenti e oggetti della civiltà marinara. L’ingresso è gratuito; info 0721 35588. Info: www.pesarocultura.it.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente L'invasione dei 10mila per il torneo di basket "Ciao Rudy" Successivo Un marchigiano con il leader degli U2: “Combatterò la povertà”