Paura in piscina, sedicenne rischia di annegare è grave

eliambulanza Fabriano

Il Borghigiano il blog di Fabriano e delle Marche-

Stava nuotando nella sua corsia, quando ha avuto un malore improvviso ed è andato in apnea. Ha rischiato di annegare, sotto gli occhi spaventati di sua madre. Attimi di paura ieri pomeriggio verso le 17,30 alla piscina intercomunale Palablu di Moie, in largo Thien An Men 1. Per fortuna grazie alla tempestività e alla professionalità di una bagnina della Ssd Team Marche Cis srl (società che gestisce la struttura), il nuotatore minorenne è stato tratto in salvo. Il giovane, 16 anni italiano residente in Vallesina, è andato in apnea ma la bagnina s’è accorta subito di quel che stava accadendo e senza esitare si è tuffata in acqua, riuscendo a portarlo fuori dalla vasca. Gli ha praticato un massaggio cardiaco, anche con l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico in dotazione alla struttura. Intanto, gli altri addetti dello staff lanciavano l’allarme al 118. Panico e concitazione, sotto gli occhi della madre del ragazzo che assisteva a bordo piscina alla nuotata del figlio e poi anche al malore. Sul posto sono intervenute l’automedica del 118 di Jesi e l’ambulanza della Croce Rossa di Castelplanio, la cui sede è vicinissima alla piscina. Data la gravità della situazione, dalla centrale operativa del 118 di Ancona si è ritenuto di allertare anche l’eliambulanza Icaro01 da Torrette. Il velivolo medicalizzato è atterrato al campo sportivo di Moie, poi lo staff di medici rianimatori ha raggiunto in ambulanza la piscina. Il ragazzo sembrava aver ripreso i sensi, pertanto i sanitari – d’accordo con la madre – hanno ritenuto opportuno di trasferirlo in codice rosso all’ospedale “Carlo Urbani” di Jesi.

Notizia riferita dal Corriere Adriatico

Precedente Mamma di tre figli vola da una finestra al terzo piano La 48enne � gravissima Successivo Montecosaro, padre e figlio si accoltellano all'ora di pranzo