Pd-Spacca, sfida da “Ok-Corral”

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Pesaro, 2 novembre 2014 – Strano Paese il nostro. Il partito del presidente Renzi non vuole tagliare le poltrone di assessori regionali per la prossima legislatura. Il governatore Gian Mario Spacca che da questo partito è stato nominato ed eletto invece sì. Forse Spacca non farà domani l’annunciato rimpasto, ma i segnali che manda al Pd, critico sulle spese di comunicazione, sono abbastanza chiari: «Dustin Hoffmann, le Mostre di Padre Matteo Ricci, gli spot televisivi con Marcorè o le Winx e le fiction e persino il film Il giovane favoloso debbono essere davvero considerate spese di cui vergognarsi e da eliminare? Peggio dei costi della politica? Oppure, al contrario, investimenti che hanno creato reputazione, reddito e occupazione alle Marche? Io non credo scrive Spacca che siano stati costi improduttivi, ma il segno di una strategia di governo che le Marche debbono proseguire, checchè ne pensi il segretario regionale del Pd, che preferisce arrivare a 37 consiglieri regionali rispetto ai 31 previsti dall’attuale statuto. Che Dio ci aiuti!».

Insomma la strategia appare chiara: è il Pd il partito degli sprechi e delle poltrone, mentre il governatore con Marche 2020 è in linea con i tagli e la politica del premier Renzi. Ai maggiorenti del Pd questa strategia pare tutt’altro che vincente: «Con un Pd unito, Spacca non ha margini. A meno che non punti a rovesciare il tavolo delle alleanze». E non è un caso che i cosiddetti cespugli del centro sinistra abbiano cambiato rotta sul voto per gli assessori esterni. Senza posti in più non c’è spazio per loro e non bisogna mai mettersi contro chi dà le carte. Il Pd è convinto di avere riconquistato, con l’unità, anche il ruolo di croupier. Ma Spacca è un osso duro. E tra un’intervista al Corriere della Sera e un «Che Dio ci aiuti!», pare voler vendere cara la pelle.



 

Precedente Bella senz'anima Successivo Incidente in A14, carambola di auto nella galleria: ferito un 40enne