Pedofilia, abusi su due sorelline: rinviato a giudizio il vicino di casa

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Corridonia (Macerata), 15 gennaio 2015 – Avrebbe palpeggiato e tentato di baciare due ragazzine di 11 e 14 anni, sorelle. Un’accusa che, se confermata, gli potrebbe costare una condanna per violenza sessuale. L’uomo, vicino di casa delle due piccole, a Corridonia, è stato infatti rinviato a giudizio oggi dal gup del tribunale di Macerata. Stando all’accusa gli abusi sessuali sarebbero tra il 2009 e il 2013, d’estate. L’uomo avrebbe inizialmente preso di mira, per quattro anni, la più grande. Poi avrebbe rivolto le attenzioni morbose alla più piccola. E, a quel punto, l’altra sorella avrebbe trovato la forza per raccontare il dramma. L’imputato, attraverso l’avvocato Luca Sartini, aveva chiesto al giudice di poter patteggiare la pena proponendo un risarcimento di alcune migliaia di euro, ma il pm Claudio Rastrelli si è opposto. Il gup lo ha quindi rinviato a giudixio.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Assume un farmaco e muore Tre medici sotto processo Successivo Fondazione Carilo cita per danni BM