Pensioni, via libera ai rimborsi: da agosto 800 euro a chi prende 1.500 euro lordi

inps_ansa

IL BORGHIGIANO FABRIANO © IL BLOG – Pensionati, segnatevi questa data: primo agosto. I pensionati con redditi da pensione pari a 1.500 euro al momento della sentenza della Consulta che dichiarava illegittimo il blocco della perequazione deciso dal decreto salva Italia del governo Monti alla fine nel 2011 avranno il primo agosto un rimborso una tantum di 796 euro per il 2012-2015. Lo calcola l’Inps spiegando che la ricostituzione dei trattamenti avviene d’ufficio, non è necessaria la domanda.

I rimborsi sul mancato adeguamento rispetto all’inflazione per le pensioni superiori a tre volte il minimo, cioè 1.500 euro, saranno tra il 10% e il 40% di quanto perso per il 2012-2013 e del 20% per il 2014. Rimborsi anche agli eredi, ma in questo caso sarà necessario fare la domanda.

In particolare saranno restituiti 210,6 euro per il 2012 e 447,2 per il 2013. Per il 2014 e 2015, invece, la restituzione sarà pari rispettivamente a 89,96 euro e 48,51 euro.

Poletti. I contratti precari hanno avuto un «tremendo effetto dal punto di vista previdenziale, perché contratti precari e carriere interrotte producono un problema serio» per le pensioni future. Lo dice il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, intervenendo in video al festival del Lavoro promosso a Palermo dai Consulenti. (IL CORRIERE ADRIATICO)

I commenti sono chiusi.