Per orientare i turisti ad Urbino arrivano i QrCode

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Urbino, 3 maggio 2015 – Anni fa Urbino è stata tra le prime città a vocazione turistica a creare una rete di segnalazioni turistiche basate sui QrCode, i quadrati contenenti codici che – se inquadrati da un telefonino o tablet – rimandano ad un sito internet.

L’esperimento non era male, se non fosse stato per il fatto che poi i siti collegati sono stati di fatto abbandonati e curati al minimo indispensabile.

Le insegne dei QrCode poi finirono nel mirino dell’assessore alla rivoluzione Vittorio Sgarbi, il quale vedendo una di queste tabelle d’acciaio con il QrCode chiese se fosse possibile eliminarla perché antiestetica.

Ora Urbino ci riprova. Ad avviare il nuovo progetto è l’Isia (Istituto superiore industrie artistiche) che col suo progetto “Inprint” messo a punto dal biennio specialistico in Comunicazione e Design ha sfornato la nuova proposta di informazione multimediale per i turisti.

Il lavoro è coordinato dal professor Marco Tortoioli Ricci, e ha come obiettivo la diffusione di storie riguardanti lo spazio urbano della città. Ogni luogo si racconta attraverso lo strumento del codice. Una volta scansionato il quadrato affollato da puntini e quadratini che sembrano disposti a caso, lo smartphone o tablet fa accedere alla storia di quel preciso luogo, e successivamente consente di lasciare una traccia del proprio vissuto in quel medesimo spazio.

Da lunedì 4 – come spiegano dall’Isia – nel centro storico di Urbino saranno quindi collocati in modo non permanente (per non danneggiare le pareti degli edifici) una trentina di “QrCode”, e inizierà questa nuova esperienza di racconto storico, e di narrazione da parte di cittadini, studenti e turisti.

I codici saranno presenti in piazza delle erbe e cappella Albani, piazza Rinascimento, via dei Maceri, vicolo del Rifugio, Parco della Resistenza, le vie Barocci, Bramante, Veterani, Borgo Mercatale, via dei Morti, Giro dei Debitori, via san Domenico, via Balcone della Vita, via san Girolamo, vicolo dei Saponari, via santa Chiara, via Battisti, via Veneto, piazza Duca Federico, corso Garibaldi, Parco della Rimembranza e via Valerio.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Ancona, pugni in piazza e baby ladri Carezze all'anziano, gli sfila la collana Successivo Vuelle cade a Cantù, sorpasso Caserta