Peschereccio contro mercantile. Paura in alto mare

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 20 gennaio 2015 – Collisione in mare tra un motopesca con a bordo 4 marittimi e una nave mercantile diretta a Ravenna. Lo scontro è avvenuto in alto mare, a circa 70 chilometri dal porto di Pesaro, ma per fortuna non ha provocato feriti. 

L’allarme è partito alle 9:18 di stamane, quando l’operatore in servizio presso la sala operativa della Guardia Costiera di Pesaro ha intercettato sul canale marittimo di soccorso VHF 16, una conversazione molto concitata tra il comandante del Motopesca “N.A.” e la stazione radio costiera Ancona Radio, dal quale si comprendeva che era appena avvenuto uno scontro tra 2 unità in navigazione. Nella comunicazione veniva fornita anche la posizione dell’impatto.

Immediatamente il personale di servizio in sala operativa, compresa la situazione di grave pericolo, si attivava con i sistemi in uso per capire la effettiva posizione geografica. 

Appurato che la zona da cui giungeva la segnalazione ricadeva nelle acque di giurisdizione della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro, scattavano immediatamente le operazioni di ricerca e soccorso con l’impiego della motovedetta CP 872 la quale, alla massima velocità, raggiungeva il motopesca in difficoltà mentre, nel contempo, il personale in servizio in capitaneria, senza mai perdere il contatto radio, rassicurava i marittimi attraverso il mantenimento delle comunicazioni radioelettriche.

Giunti sul posto, la motovedetta CP 872 riscontrava che il peschereccio, sebbene non ne fosse stata compromessa la galleggiabilità, presentava il lato dritto di prora visibilmente lesionato. 

Per tale motivo la sala operativa della Guardia Costiera di Pesaro, ricevute le istruzioni dal Reparto Operativo della Direzione Marittima di Ancona, provvedeva a scortare l’unità sinistrata più a sud ove era già stato predisposto anche l’intervento della motovedetta CP861 per accompagnare l’unità all’interno del porto anconetano da dove era partita.

Sarà l’Autorità Marittima di Ancona ad accertare eventuali responsabilità dei Comandanti delle 2 unità. 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente FABRIANO - FORESTALE, CIRO BERTELLINI E’ IL NEO COMANDANTE Successivo Ancona, Ospedali riuniti: il giudice dice no al reintegro del direttore generale Galassi