Pestato al bar Oasi, presi i responsabili

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Marotta (Pesaro e Urbino), 12 novembre 2014 – Sono stati individuati e arrestati i responsabili del sanguinoso pestaggio avvenuto il 12 luglio scorso al chiosco-bar “Oasi” di Marotta, sul lungomare Cristoforo Colombo, ai danni di un 49enne di Mondolfo: Stefano Morbidelli.

L’uomo venne colpito con violenza in testa usando uno sgabello del bar e poi infierirono su di lui anche quando cadde a terra, continuando a picchiarlo con ferocia, finché l’intervento dei gestori del locale e di alcuni avventori non indusse gli aggressori alla fuga. Morbidelli, gravemente ferito, fu costretto a due ricoveri ospedalieri ed ebbe una prognosi di oltre 45 giorni.

Adesso, dopo quattro mesi di intense indagini svolte dai carabinieri di Marotta, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Pesaro ha emesso, su richiesta del Pm, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per quattro persone. Si tratta di Mirco Calvari, 42 anni di Loreto e Giovanni Cristalli, 29 anni di Vieste, ritenuti gli esecutori materiali del pestaggio; di Alessandro Petrolati, 40 anni di Porto Recanati, che sarebbe il mandante; e di Ricard Glisic, 30enne di origine slava, residente a Jesi che prestò l’auto per la spedizione punitiva: una Bmw serie 3, grigia metallizzata.



 

Precedente Vampiri di gasolio colti sul fatto e arrestati Successivo Ascoli, Comune senza liquidità chiede 13 milioni a Unicredit