“I Pianeti”, le sculture in terracotta di Maurizio D’Agostini a Fabriano

Pianeti Fabriano

FABRIANO – “I Pianeti”, le sculture in terracotta di Maurizio D’Agostini a Fabriano. Sculture che omaggiano Gustav Holst, sono ammirabili a Fabriano grazie al Gruppo Veneto Banca che ne ha realizzato l’allestimento presso la filiale di via Don Riganelli 36 (al piano terra della Direzione fabrianese). D’Agostini, nato a Vicenza nel 1946, è profondamente legato alla tradizione plastica occidentale ed alle radici del 900 portando dentro di sé il simbolismo dell’art nouveau fino ad arrivare all’art déco degli anni ’30.

Artista molto apprezzato da Vittorio Sgarbi, che lo descrive come maestro della tecnica affinché tutto appaia come in un perfetto ed eterno equilibrio, esporrà le opere del ciclo “I Pianeti” fino al prossimo 10 marzo all’interno della direzione Veneto Banca di Fabriano. Il ciclo scultoreo dedicato ai pianeti è un originale progetto iconico, narrativo e simbolico, nel quale l’artista rivisita in scultura “I Pianeti” di Gustav Holst, in cui il musicista interpretava le caratteristiche dei corpi celesti in relazione ai segni zodiacali. Nel delineare le iconografie dei Pianeti, D’Agostini ripercorre il progetto holstiano, in cui è presente una sintesi di conoscenze fisico-astronomiche e prescientifiche, che associano i pianeti ai che ntifico pianeta (ad ecce conoscenzesegni zodiacali. Holst sviluppa l’immagine musicale di Marte come portatore di guerra, di Venere come portatore di pace, di Mercurio in quanto messaggero alato, di Giove come portatore di gioia, di Saturno come portatore della vecchiaia, mentre associa l’immagine di Urano alla figura del Mago e a Nettuno la valenza mistica. Un ciclo di opere partito dalla realizzazione di Zeus, prima delle sculture in terracotta, fino all’ultima Urano dopo un intervallo di circa 7 anni.

La mostra è visitabile, ad ingresso gratuito, durante gli orari di apertura della filiale fabrianese . Dopo la tappa fabrianese, che si concluderà il 10 marzo, le opere saranno esposte in altre aree dove la presenza di Veneto Banca è più radicata: Verona, Verbania e Montebelluna (Treviso).

FONTE IL CORRIERE ADRIATICO ONLINE

Precedente Cooperative, progetto Legacoop-Coopfond Successivo Eutanasia, a Senigallia 'Io sto con Max'