Piantagione di marijuana con 108 chili di piante: arrestato un 56enne

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 13 marzo 2016 – Un piccolo allevamento di animali nascondeva una serra super-tecnologica, dove erano in piena fioritura 821 piante di cannabis. Ma per quanto la coltivazione fosse ben nascosta, nella campagna di Casette d’Ete, in provincia di Fermo, non è sfuggita ai carabinieri di Macerata, che hanno arrestato il coltivatore, un cinquantaseienne del Fermano, e sequestrato 108 chili di rami e foglie. L’operazione è stata messa segno giovedì scorso. L’uomo ora si trova agli arresti domiciliari.

Secondo l’accusa, avrebbe rifornito le zone di Civitanova e Macerata di marijuana. Proprio la anomala diffusione di questa sostanza aveva insospettito i carabinieri del Nucleo operativo, spingendoli ad approfondire le indagini in materia. Ma davvero stupefacente è quello che hanno trovato, nel casolare isolato vicino a tre asini, un pony e qualche pecora: lampade termiche, un sistema di irrigazione con riciclo dell’acqua e distribuzione temporizzata di fertilizzante, cappe, ventilatori, umidificatori, pompe idrauliche, con un impianto elettrico che gestiva la coltivazione automaticamente, e faceva arrivare ogni mese una bolletta da 1.500 euro. Il fermano aveva anche il kit chimico per testare la percentuale di principio attivo nei fiori e nelle foglie delle piante coltivate. Altre indagini sono in corso.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ancona, sesso selvaggio nel bagno del bar. Le urla convincono il titolare a chiamare la polizia Successivo Sarnano, getta cocaina nella stufa Arrestato operaio: viveva nel lusso