Pinacoteca, slitta la riapertura: verranno effettuati altri lavori

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 14 agosto 2015 – Cambio di programma per la riapertura della Pinacoteca. L’Amministrazione ha revisionato la tabella di marcia che si era data per cercare di aprire al pubblico uno spazio maggiore rispetto a quello previsto.

«Abbiamo deciso – spiega l’assessore alla Cultura, Paolo Marasca – di sopportare un lieve ritardo dei lavori, che proseguono spediti per una riapertura comunque imminente. Dicendo cambiata in meglio intendo dire che abbiamo programmato alcuni interventi che ci permetteranno di ottenere dai vigili del fuoco il via libera all’apertura, anche, della splendida sala della pittura veneta, quella che oggi ospita il Tiziano, il Lotto, il Del Piombo e altri capolavori. Questo significa che non bisognerà spostare le opere dalla loro sede, e in particolare che si potrà godere dell’allestimento peculiare del Tiziano, che permette ai visitatori di ammirare i disegni realizzati sul retro della tavola».

Non si tratta di un rallentamento, quindi, «ma di un aumento di interventi che richiedono un breve lasso di tempo in più rispetto a quello preventivato e che garantiscono un’apertura ben più ampia e ricca di quella inizialmente prevista. La meravigliosa squadra composta da esperti, allestitori, architetti e uffici comunali, creativi ed esperti volontari – sottolinea l’assessore – sta lavorando incessantemente. Sappiamo di poter aprire entro ottobre, ma corriamo a più non posso per farlo prima, in più sale del previsto, con più opere e con un allestimento studiato nei minimi particolari».

Il nuovo ingresso della Pinacoteca sarà in vicolo Foschi, a fianco della chiesa di Santa Maria della Piazza: facilmente raggiungibile dal porto e dai turisti, munito di apposita segnaletica, sarà l’inizio di una risalita dal porto al centro storico.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Arriva l’imam Hasan Mahmudul: raccolta fondi per la nuova moschea Successivo Terzo caso di meningite batterica: ricoverato un ragazzo