Pino Daniele e lo Sferisterio: un legame forte ed emozionante

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 5 gennaio 2015 – Anche Macerata piange la scomparsa del bluesman napoletano Pino Daniele. Del legame stretto che c’era tra l’artista e la città, in particolare con lo Sferisterio e il festival Musicultura dove era stato ospite, è l’album del 2002 ‘Concerto’. Pino Daniele, infatti, aveva deciso di registrarne una parte proprio nell’arena maceratese. «Per un musicista – aveva raccontato all’epoca al Carlino – è sempre un piacere suonare in quei luoghi dove c’è un’ottima acustica, anche perché non ce ne sono poi tanti in Italia. Ma dirò di più, al mio manager dico sempre di verificare se c’è la possibilità di suonare in quel posto perché si respira un’atmosfera davvero molto particolare».

Le strade del cantautore e del festival si erano poi incrociate l’ultima volta nel 2013, quando Piero Cesanelli – ideatore della rassegna – era riuscito ad averlo tra gli ospiti. «Ricordo perfettamente – dice Cesanelli – il set preparato per il nostro pubblico in cui aveva messo in evidenza le tappe più importanti della sua carriera. È uno dei pochissimi musicisti italiani ad essersi confrontato e ad aver lavorato con artisti di livello internazionale. Lo abbiamo invitato una prima volta, ma saltò quella possibilità in quanto all’improvviso ha tenuto un tour negli Stati Uniti dove ha suonato assieme a Eric Clapton».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Vandalo riga auto e ferisce inseguitore Successivo Incendio in appartamento, 5 intossicati