Pistole, documenti falsi, chili di droga e bombe carta: un arsenale nascosto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Porto Recanati (Macerata), 30 marzo 2015 – Dodici chili di hashish, 80 grammi di cocacaina, pistole, munizioni, bombe carta, documenti falsi, e 7.200 euro in contanti. Aveva un vero e proprio arsenale in casa Davide Storlazzi, il 27enne di Porto Recanati arrestato dai carabinieri di Ancona venerdì pomeriggio. Il ragazzo, che ha una concessionaria di auto in città, nel week end era stato beccato dai militari con oltre cinque chili di hashish nella sua monovolume. Così mentre Storlazzi veniva portato nel carcere di Montacuto, i carabinieri della compagnia di Civitanova e i colleghi di Porto Recanati sono andati a perquisire l’abitazione del giovane. E lì è saltato fuori di tutti.

Oltre a 12,4 chili di hashish e 80 grammi di cocaina, i militari hanno trovato anche una Colt modello Python 357 magnum, risultata rubata a Monte Giberto; una Beretta calibro 7,65 rubata a Milano; una semiautomatica Tanfoglio modello Force con matricola abrasa; 60 cartucce calibro 9; due pistole giocattolo senza tappo rosso; due carte d’identità false intestate a due persone residenti a Teramo; tre bombe carta e 7.200 euro in contanti.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Si imbarca con auto rubata, fermato Successivo Genitori perdono di vista il loro bimbo Momenti di panico, ritrovato in spiaggia