Polizia all’uscita di scuola: minorenne nei guai per spaccio, maxi multa per la sala slot

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Senigallia (Ancona), 12 novembre 2014 – Una denuncia per spaccio a carico di un minorenne e una maxi multa per il titolare di una sala slot. E’ questo il bilancio dell’attività di controllo messa in atto dall’inizio dell’anno scolastico dal personale del Commissariato di polizia di Senigallia nei luoghi prossimi agli istituti scolastici.

Tali servizi hanno visto impiegati sia gli uomini della Squadra Volante sia i poliziotti di Quartiere, che sono stati costantemente impegnati durante gli orari di ingresso e di uscita dalle scuole.

Sono stati controllati in tutto oltre 50 giovani. E 14 sono trovati in possesso di sostanze stupefacenti, per lo più per uso personale. Sono stati sequestrati circa 30 grammi di droga, soprattutto hashish e marijuana, ma in qualche occasione anche eroina. Il più giovane tra gli studenti in questione doveva ancora compiere l’età di 16 anni.

Il fatto più grave riguarda un giovane, originario di Jesi, ma iscritto a un istituto scolastico di Senigallia: è stato controllato in compagnia di altri tre ragazzi, alcuni dei quali con precedenti per uso di stupefacenti, mentre effettuavano movimenti sospetti.

Nell’occasione il ragazzo jesino, il quale il giorno dopo avrebbe compiuto 18 anni, appariva piuttosto nervoso e una volta avvicinato dagli agenti della Squadra Volante ha tentato di defilarsi.

Pertanto i poliziotti hanno deciso di approfondire il controllo e accertato che lo stesso era in possesso di marijuana. Inoltre, il giovane aveva un coltellino che presentava tracce di hashish, un bilancino di precisione e una cifra in denaro contante pari a circa 500 euro.

Il ragazzo è stato quindi portato in commissariato e denunciato per detenzione ai fini di spaccio. La sostanza e gli oggetti trovati sono stati sequestrati, così come la somma in denaro ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Ma l’attività di controllo dei poliziotti è stata estesa anche ai locali nelle vicinanze degli istituti scolastici frequentati dai giovani.

In particolare, in una occasione gli agenti hanno notato tre ragazze che entravano in un esercizio adibito a giochi e scommesse. Tenuto conto che per tali attività è previsto il divieto assoluto di ingresso per i minorenni, i poliziotti hanno deciso di procedere al controllo.

Una delle tre risultava essere ancora minorenne. Dopo gli accertamenti di rito nei confronti del gestore sono state avviate le procedure amministrative finalizzate all’applicazione di una sanzione pecuniaria di poco superiore a 6.000 euro e alla sospensione dell’attività commerciale.



 

Precedente Ancona, addio a Raffaele Trementino una vita dietro la telecamera Successivo Incendio in casa, notte di paura Al lavoro ambulanze e vigili del fuoco