Pompe funebri e appalti truccati, perquisizioni della Mobile anche a Civitanova

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Civitanova Marche (Macerata), 7 novembre 2014 – Sono in corso anche a Civitanova le perquisizioni della squadra mobile nell’ambito di una più vasta operazione iniziata questa mattina Roma nei confronti di pompe funebri. Le accuse ipotizzate sono associazione per delinquere, concorso in corruzione, falso, truffa e turbativa d’asta. Sono 26 i decreti di perquisizione, di cui uno anche a Civitanova appunto, emessi dalla procura della Repubblica della Capitale nei nei confronti di altrettanti imprenditori nel settore delle onoranze funebri e di amministratori pubblici, già in servizio presso unità sanitarie locali della provincia romana. Le perquisizioni sono scaturite da due distinte indagini condotte dalla Mobile nei confronti di alcuni soggetti ritenuti responsabili di condotte finalizzate a favorire l’aggiudicazione di gare d’appalto pubbliche presso alcuni importanti nosocomi capitolini. Le attività di polizia giudiziaria, nelle Marche, oltre che a Civitanova da parte della squadra mobile di Macerata, vengono eseguite anche ad Ascoli Piceno.



 

Precedente Serrapetrona spalanca le porte delle cantine: è tempo di ‘Appassimenti’ Successivo FABRIANO - Il presidente Pariano ci ripensa "Via libera ai ciclisti nei parchi"