Popsophia ci aiuterà a diventare cavalieri Jedi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 24 ottobre 2015 – La saggezza di Yoda contamina il sindaco Matteo Ricci, forse ispirato dal lapidario: «Fare o non fare. Non c’è provare».

E allora? Detto e fatto. Popsophia nel 2016 torna a Pesaro e si annuncia con “Il ritorno della Forza”, il nuovo tema protagonista del festival internazionale che si svolgerà dal 7 al 10 luglio a Rocca Costanza, idealmente trasformato in avamposto spaziale.

Da dicembre non si farà altro che parlare del nuovo film della popolare saga, e dunque il tema di Star Wars campeggerà nella prossima estate, certi del fatto che «la Forza ci circonda, ci penetra, mantiene unita tutta la galassia».

Lucrezia Ercoli e Matteo Ricci

Lucrezia Ercoli e Matteo Ricci

«“Il ritorno della Forza” è un tema ambiguo e contraddittorio che darà filo da torcere agli ospiti del festival – spiegano gli organizzatori –: è un’espressione piena di speranza come l’augurio dei Jedi “che la Forza sia con te” e una minaccia onnipresente del suo lato oscuro. Ma il ritorno – sia come desiderio che come rischio – si impone come cambiamento inevitabile».

«Guerre Stellari – spiega la direttrice artistica Lucrezia Ercoli – è la dimostrazione che la cultura pop è capace di creare meravigliosi mondi abitabili e grandiose mitologie collettive. Anche la Popsophia deve ascoltare la Forza e percorrere vie poco battute per imporsi all’interno del dibattito culturale internazionale con l’energia di proposte inedite e provocatorie».

Rocca Costanza di Pesaro in versione Star Wars

Rocca Costanza di Pesaro in versione Star Wars

Aggiunge il sindaco Ricci: «Ogni anno Popsophia rilancia sui contenuti innalzando la qualità della proposta complessiva. Il tema dell’edizione 2016? Estremamente attuale e pop: una scelta capace di alimentare stimoli, riflessioni e provocazioni su più livelli. Filone che ben si sposa con la trasversalità e la fruibilità di un festival in grado di andare ben oltre la superficie del visibile, per indagare sulla reale essenza delle dinamiche sociali e culturali. Siamo certi che la risposta della città sarà ancora una volta entusiasmante».

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Rinasce la dialisi, taglio del nastro dopo il restyling Successivo San Benedetto, addio a "Jack Pannella" trovato morto in casa, oggi i funerali