Porto Recanati, il Comune boccia i russi al Burchio

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Porto Recanati (Macerata), 15 ottobre 2014 – Il Comune dice no al Burchio e fa partire la procedura per annullare le autorizzazioni della Giunta Ubaldi. Lo fa sapere l’amministrazione Montali che si era rivolta un avvocato per un parere legale sul progetto di resort e villette a Montarice, proposto dagli investitori russi della Coneroblu.

“Dalla relazione già consegnataci dal legale incaricato – si legge in una nota – sono emerse numerose criticità e gravi vizi della procedura, tali da rendere necessaria e doverosa l’attivazione di un procedimento di riesame dell’intera vicenda in autotutela amministrativa”. Per l’amministrazione, “sono emersi seri dubbi di legittimità sulla fattibilità di accordi di pianificazione con i privati nei casi, come quello della variante Burchio, in cui la legge non li preveda; è emerso che non è stato adeguatamente valutato l’impatto urbanistico della variante ed il rapporto tra costi e benefici dell’accordo con i privati; non risultano essere stati misurati i valori economici dell’operazione; il soggetto attuatore dell’intervento non è stato individuato secondo criteri di evidenza pubblica e di concorrenzialità; non sono stati adeguatamente considerati i diritti di tutti i soggetti che dalla variante potrebbero trarre concreto pregiudizio. Per questi motivi l’amministrazione ha già inviato a tutti i soggetti interessati dalla procedura la comunicazione dell’avvio del procedimento di annullamento degli atti adottati dalla precedente amministrazione”.



 

Precedente >ANSA-SCHEDA/ Mrai: manifattura, turismo, commercio trainano economia Successivo L’ex segheria è una discarica abusiva: sequestrata area di 17mila metri quadri