Porto Recanati, ubriaco al volante fa strike di auto in sosta

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Porto Recanati (Macerata), 30 agosto 2014 – Esce ubriaco dalla discoteca, si mette alla guida della sua utilitaria ma prende male le distanze e va a sbattere contro quattro macchine parcheggiate in via Dante Alighieri a Porto Recanati. Il giovane crede di poterla fare franca visto che in strada non c’è nessuno ma si trova davanti la pattuglia della polizia municipale del comandante Sirio Vignoni che lo identifica e gli toglie la patente. Così è finita male una serata all’insegna dell’alcol e del divertimento per un giovane loretano, denunciato alle autorità competenti per guida in stato di ebbrezza. È successo all’alba di giovedì.

Nella stessa giornata i vigili urbani hanno sequestrato sul lungomare centrale due borsoni pieni di abbigliamento e borse contraffatte. I «vu’ cumprà» erano intenti a svolgere la loro vendita tra un banco e un altro del mercato settimanale. Appena hanno visto avvicinarsi gli agenti della municipale, hanno abbandonato la merce e si sono dileguati tra i vicoli della città. I vigili urbani hanno preferito non inseguire i venditori al fine di garantire l’incolumità e la sicurezza dei numerosi presenti ma hanno sequestrato la merce. Un centinaio i pezzi tra borse, polo e occhiali delle migliori marche in commercio. In questi giorni, oltre ai continui controlli durante lo svolgimento del lavori di manutenzione al fosso della Fiumarella, la polizia municipale è stata impegnata anche nel controllo della raccolta differenziata.

Ispezionata in lungo e largo tutta Porto Recanati, in quelle vie segnalate dagli stessi residenti come punti sensibili dove qualcuno troppo spesso aveva preso il vizio di buttare la spazzatura senza rispettare le regole, nonostante fosse entrato in vigore già dallo scorso anno il sistema con il microchip identificativo. Si tratta di via Brodolini, via Garibaldi, via Bocci e la centralissima via San Giovanni Bosco dove addirittura nei giorni a cavallo con il Ferragosto sono stati spostati i bidoni della spazzatura per farne dei parcheggi per auto. I vigili hanno provveduto a prelevare dai sacchetti i microchip e stanno pazientemente risalendo ai soggetti che hanno buttato sacchi di plastica durante il giorno sbagliato o altro tipo di spazzatura nei sacchetti inadeguati. Ogni verbale costerà cento euro a intestatario del sacchetto.



Precedente Rivoluzione in stazione: arriva la farmacia. I vigili traslocano e sparisce la sala d’attesa Successivo Docente assunta a 55 anni: "Non ci speravo più"