Porto San Giorgio, perseguita la moglie: nei guai 52enne

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Porto San Giorgio (Fermo), 11 novembre 2014 – I carabinieri della stazione di Porto San Giorgio (Fermo), concludendo un’attività di indagine conseguente a varie denunce-querele sporte da una 47enne di Fermo, hanno applicato la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima, a carico di B. G., 53enne, disoccupato sangiorgese, per aver reiteratamente posto in essere comportamenti violenti ed intimidatori nei confronti della donna. L’uomo dovrà rispondere del reato di atti persecutori.

Stessa sorte è toccata a un tunisino, A. M. S., 52enne, pregiudicato, sempre residente a Porto San Giorgio, al quale, a seguito di attività di indagine condotta in sinergia dai carabinieri di Alba Adriatica e quelli di Porto San Giorgio, è stata applicata la misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti della coniuge.

Dalle indagini sono emersi i reiterati comportamenti violenti e intimidatori commessi dall’uomo nei confronti della donna che si era rivolta ai carabinieri di Alba Adriatica per ottenere protezione. Anche per lui la pesante accusa del reato di atti persecutori.



 

Precedente Arrestati i ladri di gasolio Uno era il guardiano Successivo FABRIANO - Cammariere incontra il pubblico giovedì 13 novembre alle ore 18 al ridotto del Teatro