Premio Frontino a Dorfles, il ’Personaggio’ è Raphael Gualazzi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Frontino (Pesaro), 27 ottobre 2014 – E’ stato consegnato ieri nel convento di Montefiorentino il Premio nazionale di cultura Frontino e Montefeltro. I riconoscimenti sono andati:

a Renzo Baldoni, per il museo del calcolo di Pennabilli Mateureka (sezione Cultura e Scienze);

alla rivista Istmi Tracce di vita letteraria per i fascicoli Desiderio di verità e Nell’opera di Mario Luzi, curati da Eugenio De Signoribus, Enrico Capodaglio e Feliciano Paoli (Cultura marchigiana);

alla scuola primaria di Gadana dell’Istituto comprensivo Pascoli di Urbino, per l’esperienza didattica legata al libro di Gianni Darconza «Il ladro di parole» (Premio Antonio Mariani per la sperimentazione scolastica).

La sezione Personaggio è stata invece assegnata al cantautore e pianista italiano Raphael Gualazzi, giovane artista urbinate che si è formato al Conservatorio Rossini di Pesaro. “L’arte di Gualazzi – la motivazione letta – sperimenta scorribande nei più lontani sentieri della musica d’oltre Oceano, dal soul al blues, e fonde la tecnica del rag time con le sonorità tipiche del pre-jazz e dello stride piano, senza trascurare tendenze innovative“.

A Piero Dorfles, giornalista e critico letterario, è stato infine consegnato il premio della sezione letteraria nazionale per il volume «I cento libri che rendono più ricca la nostra vita» (Milano, Garzanti 2014). “L’unica cosa utile che posso fare – ha spiegato Dorfles – è convincere la gente a leggere“.

 



Precedente Banche, la Bcc di Filottrano incorpora la Cassa rurale di Camerano Successivo Sirolo, auto falcia una bicicletta: ciclista in gravi condizioni