Prende a pugni il videopoker, poi aggredisce la barista

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Recanati (Macerata), 11 gennaio 2015 – È costata cara la sua passione sfrenata per le slot machine ad un giovane iracheno di 26 anni residente da tempo a Recanati. Per lui è scattata una denuncia in stato di libertà da parte dei carabinieri della stazione di Recanati per il reato di danneggiamento e lesioni. Il ragazzo, nei giorni scorsi, era all’interno di un bar del centro storico, che frequenta abitualmente, intento a giocare al videopoker sistemato in una stanza sul retro del locale. Non riuscendo, però, a vincere, ad un certo momento, preso dalla rabbia anche perché un giocatore vicino a lui era riuscito, invece, a sbancare il gioco, ha preso a pugni la tastiera danneggiandola, forse nel tentativo disperato di recuperare le monete giocate.

Ma non ha fatto i conti con il titolare del bar che, chiamato dall’altro giocatore fortunato per ricaricare di soldi la macchinetta e recuperare, così, il suo credito residuo, si è accorto di quanto stava accadendo. Dopo avergli domandato che cosa stesse facendo, lo ha invitato ad andarsene immediatamente dal locale. Nel frattempo, attirata dalla confusione, era intervenuta anche la moglie del titolare che, giunta nel momento forse meno opportuno, è stata fisicamente aggredita tanto che è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari per lesioni ad un braccio che sono state giudicate guaribili con tre giorni di prognosi. A questo punto il ragazzo iracheno se ne è andato dal locale ma veniva identificato dalla pattuglia dei carabinieri, intervenuta sul luogo su richiesta degli stessi proprietari, anche perché molto conosciuto in città e non nuovo a fatti di cronaca.

Il giovane, rifugiato politico, era giunto in Italia quando era minorenne con uno dei classici viaggi della speranza. Una mano l’ha avuta anche in più occasioni dagli stessi titolari del bar nel tentativo di favorire la sua integrazione. Attenzione mal ripagata.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Porto insabbiato: cinque pescherecci restano fuori Successivo L’acqua dell’Ete Morto si colora di nero: i residenti lanciano l’allarme