Presentazione del libro “Io volo … e tu?” Biblioteca Multimediale “R. Sassi” 7 Novembre

copertina

Fabriano – Presso la Biblioteca Multimediale “R. Sassi”, Sabato 7 novembre alle ore 17 – L’amicizia tra un pappagallo giramondo ed un ragazzino poco avvezzo alla lettura:

è questo il filo conduttore di “Io volo…e tu?”, una raccolta di storie ed illustrazioni opera di Maura e Riccardo Marziali che sarà presentato a Fabriano sabato 7 novembre.

Seconda esperienza insieme per i due, che già precedentemente avevano collaborato nella stesura di un altro libro, “Io volo…e tu?” è un insieme di storie raccontate da un curioso pappagallo ad un ragazzino molto tecnologico. I loro due mondi, quello dell’animale sempre in giro per il mondo e quello del ragazzino che trascorre  troppo tempo difronte ad un computer, sono distanti tra loro, si scontrano e si incontrano nel susseguirsi delle storie narrate, le storie con cui il lettore può viaggiare per i continenti attraverso le parole del pappagallo giramondo.

Il lavoro è frutto della fantasia del giovanissimo Riccardo Marziali, il quale è illustratore ed ideatore delle storie, messe per iscritto da sua zia Maura,  autrice anche di altri testi per bambini e ragazzi, che ha sapientemente utilizzato uno stile adeguato al  giovane pubblico a cui il testo è destinato.

Il racconto inizia con Billy, ragazzino un po’ introverso, che riceve come regalo di compleanno dai suoi genitori un pappagallo di nome Carlos.

Il curioso animale ne ha viste di cose, in quanto ha girato tutto il mondo, e dunque ha molto da raccontare a Billy e ai lettori: “- Non sono sempre stato chiuso in una gabbia, ho girato tutto il mondo e ne so di cose!- Ah davvero? – Se vuoi posso raccontarti storie meravigliose!- ”.

Edito nel 2014, “Io volo…e tu?” sarà presentato a cura dell’associazione InArte  su iniziativa di Bruna Barbarossa il 7 novembre alle ore 17 presso la Biblioteca Multimediale “R. Sassi”, con la presenza dei due autori Riccardo e Maura Marziali.

(PIAZZALTA)

Precedente MotoGp, Rossi, dopo 5 giri capirò Successivo MotoGp: Tavullia crede in Rossi