Prevenzione del diabete. La Commissione fa il punto

IL BORGHIGIANO FABRIANO

Diabete

La Commissione Salute delle Marche ha fatto il punto sulla pdl sulla prevenzione del diabete.

La commissione infatti ha esaminato la proposta di legge «Disposizioni in materia di prevenzione, diagnosi precoce e cura del diabete mellito». La proposta – primo firmatario il presidente Gianluca Busilacchi, poi sottoscritta da tutti i commissari – è stata depositata lo scorso 5 novembre ed è il risultato di un lavoro condiviso con la Federazione regionale per la tutela dei diritti dei diabetici (unione di 12 organizzazioni) e il Comitato regionale per la Diabetologia.
Nelle Marche i diabetici sono 115 mila, pari al 5% della popolazione residente (fonte Istat 2013) e il trend è in crescita, a causa soprattutto dell’aumento del benessere e dei modificati stili di vita. Ai lavori hanno partecipato il presidente del comitato regionale per la diabetologia Giacomo Vespasiani, il direttore del Centro di riferimento regionale per la Diabetologia pediatrica Ospedali riuniti Valentino Cherubini, il direttore del Centro antidiabetico Inrca Massimo Boemi, il direttore del Centro regionale di riferimento del piede diabetico Fabio Romagnoli e il presidente e il vicepresidente dell’Atdm (Associazioni di tutela dei diritti dei diabetici marchigiani) Augusto Benini e Maria Rosa Zampa. Le associazioni chiedono l’istituzione di un Dipartimento diabetologico regionale e strutturale che possa svolgere un ruolo di coordinamento e di definizione di standard omogenei per i 15 centri di diabetologia presenti nel territorio. Inoltre viene sostenuta la necessità di autonomia gestionale dei centri di cura, evitando l’inserimento in altri Dipartimenti, come quelli di Medicina generale. Alla seduta hanno partecipato il Direttore generale dell’Asur Gianni Genga e alcuni dirigenti del Servizio salute.

FONTE IL CORRIERE ADRIATICO

Precedente Macerata, Canesin: «Blunno e Ricotta non sfideranno il sindaco, Carancini va riconfermato» Successivo Primarieadesso chiede primarie 'vere'