Prof precari, trionfo in tribunale: in 150 strappano il sì dei giudici

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 12 novembre 2015 – Battaglia legale vinta per 150 docenti precari delle province di Ascoli e Fermo in possesso del diploma magistrale. Per loro, infatti, è arrivato il sì del tribunale di Ascoli che, dietro presentazione di reclamo, ha disposto con ordinanza l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento di prima fascia. Ovvero, in quelle utili per l’immissione in ruolo. A sostenerle nell’iter giudiziario la Cisl Scuola di Ascoli. «Si tratta di una vittoria – dicono Maria Teresa Ferretti e Feliciana Capretta della Cisl scuola Ascoli e Fermo – in quanto il tribunale di Ascoli ha accolto la richiesta avanzata da questi docenti con diploma magistrale conseguito entro l’anno 2002 di riconoscere loro il passaggio dalla seconda fascia di istituto alla prima. In sostanza passano da una graduatoria valida solo per le supplenze a una valida per l’immissione in ruolo».

Ripercorrendo brevemente la vicenda, fino al 2002 il diploma magistrale era considerato abilitante all’insegnamento. Dal 2003 in poi, invece, non più, lasciando il posto alla laurea in scienze della formazione primaria. E quindi, tutti i ‘vecchi’ diplomati finivano nella terza fascia delle graduatorie di istituto. Nel 2014, però, il Consiglio di Stato ha reso valido il diploma magistrale per l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento. Una sentenza storica che permette a tanti docenti l’inserimento nelle graduatorie a esaurimento fino ad oggi ingiustamente precluso. Quindi, tornando al caso Piceno – così come spiega Feliciana Capretta – «l’ anno scorso questi precari, in base alla decisione del Consiglio di Stato, sono passati in seconda fascia e non in prima perché nel 2007 le graduatorie di quest’ultima erano state chiuse. Quindi non per colpa loro non si trovavano già nella prima, ma perché ancora la legge non lo permetteva». «Si tratta di una vittoria tutta ascolana della quale noi come Cisl andiamo fieri. Ce ne sono poche a livello nazionale, così come nessuna a livello regionale. Siamo dinanzi ad un inserimento a pieno titolo che interessa circa 90 persone ad Ascoli e circa 60 a Fermo».

Quella del Consiglio di Stato è una sentenza che non lascia dubbi in ordine alla ragionevolezza delle argomentazioni addotte quando afferma che «non sembra, altresì, esservi dubbio alcuno che i diplomati magistrali con il titolo conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, al momento della trasformazione delle graduatorie da permanenti ad esaurimento, fossero già in possesso del titolo abilitante. Il fatto che tale abilitazione sia stata riconosciuta soltanto nel 2014 non può impedire che tale riconoscimento abbia effetti ai fini dell’inserimento nelle graduatorie riservate ai docenti abilitati in quanto tali».

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Multata l’auto del Comune, ma è mistero sul guidatore Successivo Collisione fra una barca a vela e un peschereccio