Profughi dal Pakistan: hanno dormito accampati sotto i portici

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 11 agosto 2015 – Questa notte hanno dormito all’aperto, chi sotto il portico del bar Mercurio, chi sotto quello della sede universitaria di via don Minzoni. Sono circa 20 i profughi arrivati a Macerata dal Pakistan, i quali – non avendo un posto dove andare – si sono arrangiati come meglio potevano. «Abbiamo affrontato un lungo viaggio – spiega Amhed, 24 anni –, io sono scappato quattro anni fa perché nel mio Paese stavo rischiando la vita. Il percorso che mi ha portato qui è stato lunghissimo. Sono passato per l’Iran, la Turchia, la Grecia, l’Austria e infine sono arrivato a Macerata. Ci hanno consigliato questa città quando eravamo in Grecia. Dicevano che qui avremmo trovato ospitalità».

E invece, almeno per il momento, i profughi in questione non sanno cosa devono fare. «Sono giorni che non mangiamo – raccontano –. Qualcuno di noi ha cinque euro in tasca, qualcun altro 10. Ci arrangiamo. Un uomo del posto è venuto a portarci del cibo e un po’ di acqua. Aspettiamo di sapere dove ci sistemeranno». Due di loro andranno ad Apiro, con l’associazione «la Gemma». Per tutti gli altri, la Questura sta cercando di trovare idonea sistemazione». Altri due, invece, stamattina alle 10 si sono sentiti male a causa della notte di pioggia trascorsa all’aperto. Sono stati portati al pronto soccorso in ambulanza.

Chiara Gabrielli

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Pd: Ricci,'ditta' è per sempre Successivo A spasso in centro con i cavalli: multata una coppia