Pronto il campo in terra rossa dentro l’AdriaticArena

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 26 febbraio 2015 – Un campo in terra rossa domina da oggi il cuore dell’AdriaticArena. L’allestimento per l’attesissimo primo turno di Coppa Davis è stato appena terminato e il ‘quadro’ è emozionante per qualsiasi appassionato di tennis. Italia-Svizzera è sempre una bella sfida, anche senza i superbig Federer e Wawrinka.

L’Astronave è dunque pronta ad ospitare la grande sfida che vedrà gli azzurri affrontare la squadra elvetica da venerdì a domenica prossima, alla conquista dei quarti di finale.

All’interno del palas pesarese sono stati trasportati gli ormai famosi 500 quintali di terra rossa (per realizzare un campo con 8 centimetri di spessore) e sono state disegnate le righe di gioco.

L’arrivo delle due squadre è previsto già per domenica; lunedì inizieranno gli allenamenti. Gli italiani convocati da capitan Barazzutti sono Simone Bolelli, Marco Cecchinato, Paolo Lorenzi e Andreas Seppi e la bella notizia è che proprio oggi, Bolelli (orfano di Fognini) e Seppi, hanno conquistato la finale al prestigioso torneo di Dubai, vivendo una settimana straordinaria e battendo una coppia del calibro di Jamie Murray e Tommy Robredo. Un cammino immacolato quello dei due azzurri, che fin qui non hanno perso un set e hanno subìto un solo break. Il problema del doppio contro la Svizzera dunque, ora fa meno paura.

A difendere i colori rossocrociati in Davis ci saranno invece il 23enne Henri Laaksonen (n. 176 Atp) e il veterano Marco Chiudinelli (34 anni, n. 183 Atp, che tra l’altro proprio ieri è tornato a vincere nel circuito il primo titolo in 7 anni), insieme ad Adrien Bossel (n. 343 Atp) e al 19enne esordiente Antoine Bellier a (n. 684 Atp). Giovedì mattina sono previsti i sorteggi al Teatro Rossini, aperto anche ai tifosi.

Oggi alle 17 sarà inaugurato in piazza del Popolo il campo da gioco ufficiale da mini-tennis con i maestri dei circoli Baratoff e di Baia Flaminia a disposizione dei bambini.

Sono previsti anche giochi di abilità che prevedono come premio ingressi omaggio agli incontri tra Italia e Svizzera.

E a proposito di biglietti, gli abbonamenti per l’evento sono ormai terminati, ma restano disponibili i giornalieri per gradinate (15 euro) e tribune centrali (40 euro). Capitan Barazzutti: «Abbiamo bisogno del tifo di Pesaro per passare il turno».

di Francesca Pedini

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Amianto, 1 mln morte operaio Fincantieri Successivo Tentata estorsione on line, chat trappola, poi il ricatto hard