Pugni in faccia alla negoziante, arrestata una giovane nomade

-Fonte articolo Il CORRIERE ADRIATICO-

Carabinieri

Oggi intorno alle ore 13 i militari del Radiomobile, in stretta collaborazione con gli agenti del Commissariato, hanno arrestato in flagranza di reato J.N., 26enne moldava per rapina aggravata.
La donna, nomade e senza fissa dimora, è stata sorpresa dalla responsabile della profumeria “LYS” di Jesi mentre, con la complicità di un’altra donna, asportava dei profumi dagli scaffali. Vistosi scoperta J.N. colpiva la responsabile del negozio con dei pugni e fuggiva con la complice. Immediate le ricerche da parte di carabinieri e polizia, che si sono divisi il territorio da ispezionare. In via delle Fornaci a Jesi la gazzella dei carabinieri rintracciava una delle donne, appunto J.N., mentre cercava di disfarsi della refurtiva.
La donna è stata arrestata e resterà ristretta in caserma fino al rito direttissimo previsto per domani, così come disposto dall’Autorità giudiziaria di Ancona.
In corso le ricerche della complice da parte di carabinieri e polizia. La responsabile del negozio è stata soccorsa e accompagnata presso l’ospedale di Jesi, dove ha ricevuto le cure mediche ed è stata dimessa con dieci giorni di prognosi. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita alla proprietaria.

(Fonte foto dal WEB)

Precedente Perde il controllo ​e l'auto si capovolge Ferita una donna di 40 anni Successivo Il patron dell’Alma, Gabellini: "Una festa rovinata dai torti arbitrali, ne parlerò col presidente della Lega Belloli"