Quarta razzìa nel bar, la titolare sviene: le foto dei danni

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 12 novembre 2015 – Quattro volte in pochi mesi. Una persecuzione. E senza possibilità di evitarla. E’ disperato e sconsolato Pierpaolo Marcantognini, titolare dei tabacchi Polvere di caffè (FOTO) in via Bellandra a Fano: «Stanotte ho avuto il quarto furto nel bar. Mi hanno rubato sigarette e gratta e vinci. E non sono assicurato perché dopo il terzo colpo nessuna assicurazione ha voluto coprire il mio bar. Mi hanno portato via merce per 10mila euro. Mia moglie ha pure avuto un malore stamattina quando ce ne siamo accorti».

I ladri hanno colpito il bar tabacchi, all’interno di un distributore, in piena notte rompendo una vetrata per poi spaccare due porte interne. In questo modo, sono arrivati al magazzino. C’erano sensori e telecamere, ma non sono bastati.

Dice Marcantognini: «Mi hanno portato via una sessantina di stecche di sigarette dopo averle trovate in magazzino e poi dei blocchi interi di “gratta e vinci” appena arrivati. Per rubare, hanno strisciato sul pavimento per non farsi cogliere dai sensori. Dobbiamo solo sperare che i ladri vengano presi al momento di ritirare eventuali premi visto che i numeri delle matricole sono state segnalate. Ma tutto questo è molto sconfortante. Dopo il terzo furto, l’assicurazione ha voluto disdire il contratto. E quando sono andato a chiedere di sottoscrivere contratti assicurativi da altri, nessuno ha voluto farlo: 4 furti in pochi mesi nel mio bar ti fanno venir voglia di cambiare mestiere. Eppure ho fatto di tutto per difendere il locale ma non si può arginare le cavallette. Ora ci ho rimesso 10mila euro, soldi pagati per acquistare la merce e che ora mi è stata rubata per la quarta volta. Ma oltre a questo, vanno conteggiati tutti i danni fatti dentro il bar».

Un altro furto nella notte a Fano ai danni della ditta Edilgessi, in via Chiaruccia. Rubato un Ford Transit con l’attrezzatura, valore totale di 20 mila euro. Sono andati anche in altre due abitazioni di via Chiaruccia, dove hanno tentato di rubare ma sono fuggiti per allarmi e per i cani. Una residente, vedova, ha visto passare davanti alla sua finestra la pila del ladro verso le 24,30 e ha chiamato la figlia e i carabinieri. Per qualche notte dormirà dai vicini per la paura.

Mario Giorgi, un residente: «Qui i ladri hanno passato al setaccio tutta la zona, C’eravamo rimasti solo noi ma questa notte hanno provato pure qui tagliando le sbarre di una finestra. Poi per fortuna intorno ci sono dei cani e la gente si è allarmata. Ma qui ti costringono a dormire col fucile vicino. La situazione è diventata insopportabile. Ai parlamentari, ai consiglieri regionali o comunali dico: cosa fate per difenderci?» Infine, a Bellocchi, famiglia Conti, hanno rubato nella notte un fucile da caccia custodito in armadietto.

TI.PE. 

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Acquaviva, scontro tra auto all'incrocio Un ragazzo di 23 anni all'ospedale Successivo «Orgogliosi delle nostre Forze Armate»