Quella strana piantagione nel terreno di famiglia: canapa indiana alta fino a 2 metri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Fermo, 3 settembre 2014 – La mattina di mercoledì scorso è stata scoperta una coltivazione di canapa indiana in zona Cecapalomba. Le piante, notate dal personale del Settore Anticrimine del Commissariato in un’area recintata e ben nascosta alla vista, erano talmente sviluppate da superare la rete in altezza.

Nonostante il caldo, le piante apparivano verdeggianti e robuste, indice di una idonea manutenzione. Pertanto gli agenti, scattate alcune fotografie, si sono appostati in attesa dei responsabili della coltivazione.

Dopo alcune ore, alle 21 circa, un uomo è entrato nel recinto e ha iniziato a innaffiare le piante: è stato quindi bloccato e identificato come C.M., nato a Fermo nel 1969 e residente nella stessa città. Il 45enne ha confermato di essere lui a dedicarsi alla coltivazione nell’appezzamento di terreno della sua famiglia.

Sono state quindi trovate e sequestrate 249 piante di “canapa indica”, di un’altezza dai 50 centimetri a più di 2 metri. La successiva perquisizione nell’abitazione dell’indagato ha consentito di rinvenire una strumentazione professionale per la coltivazione (semi, lampade apposite, piantine in varie fasi di accrescimento), e circa due chilogrammi di marijuana essiccata e triturata pronta per l’uso. C.M. è stato quindi denunciato.



Precedente Ostra, fanno saltare il bancomat con l'acetilene ma devono fuggire a mani vuote Successivo Coltiva canapa indica Denunciato un fermano