Quelle regole non rispettate

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 21 febbraio 2016 - Rispettare le regole? Ma non scherziamo: siamo italiani. E’ un malcostume che il Paese si porta dietro da sempre e che spesso ci viene rinfacciato in tutto il mondo. E nel capoluogo, per evitare fraintendimenti sulla piena italianità, questa regola del non rispettare le regole viene seguita rispettosamente.

L’ultimo caso è quello dell’ormai ex assessore ai Lavori pubblici e Patrimonio Maurizio Urbinati. Persona rispettabilissima e soprattutto preparata che, però, ha portato avanti il suo incarico in piena incompatibilità tanto che pochi giorni fa si è dimesso. E prima? Ci si è mossi all’italiana, cercando cavilli legali, prendendo tempo.

Quello che più resta incomprensibile è l’atteggiamento del sindaco che, nonostante le difficoltà di Urbinati a portare avanti l’incarico, si ostina a voler trovare, da italiana verace, qualche altro cavillo legale, lei che è avvocatessa, per farlo rientrare in giunta. Tutto inspiegabile o quasi. Il problema del primo cittadino, e la capiamo, è che l’uscita di Urbinati rende debolissima la sua giunta che certamente non brilla per intraprendenza su più fronti. Da qui la necessità di infrangere le regole. Ma non è sempre possibile.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Sbanda e finisce nel fossato: 40enne intrappolato nell’auto Successivo In allerta per i carabinieri