Quintana e doping: puniti i cavalieri, archiviate le posizioni di Gasparrini e Messidori

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 19 febbraio 2016 – Nella seduta di lunedì scorso, il Consiglio degli Anziani della Quintana ha deliberato, mettendo così la parola fine alla vicenda delle non negativià riscontrate nei due cavalli giostranti dei sestieri della Piazzarola e di Sant’Emidio dell’edizione di agosto 2015.

Il Consiglio ha deciso di archiviare il procedimento disciplinare aperto nei confronti di Mariangela Gasparrini e Pierluigi Messidori, provvedendo solamente a multare i due sestieri per duemila euro.

«Il lavoro dei probiviri non deve essere in alcun modo sminuito dato il grande lustro e le grandi capacità professionali messe in campo – hanno spiegato i rappresentanti del consiglio attraverso un comunicato stampa – ma si deve prendere atto che abbiamo una normativa ancora lacunosa in merito al doping. Infatti non ci sono norme dirette a sanzionare il caposestiere, inoltre i fatti contestati sono stati posti in essere un periodo transitorio e difficile da gestire come quello del passaggio dell’ex Ente Quintana al Comune. Il Consiglio sta provvedendo a modificare e integrare il regolamento di giostra nella sezione dedicata alla gestione sanitaria del cavallo, anche al fine di prevedere sanzioni per condotte tipizzate avvalendosi del professor Spadari, dei sestieri e da tutti agli addetti ai lavori. Inoltre le memorie difensive dei capisestieri pervenute sono state fortemente improntate sulla condanna radicale della pratica del doping – si legge sempre nella nota – rappresentando in maniera puntuale e precisa l’aver posto in essere tutto quanto in loro potere per prevenire il possibile verificarsi dei fatti accaduti e per tutelare sia il buon nome e l’immagine della Quintana e dei sestieri, sia la salute dei cavalli». Per quanto riguarda i cavalieri Denny Coppari e Aldo Falcioni, i quali sono anche proprietari dei cavalli, non potranno correre né fornire le proprie cavalcature alla Quintana per i prossimi due anni. I sestieri avranno 30 giorni per ricorrere al magnifico messere, giudice ultimo.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente MotoGp, il Gran Premio d’Austria si chiamerà NeroGiardini Successivo Videogioco proibito, multa da 20mila euro a Porto San Giorgio