Quintana, in vista delle elezioni alcuni cavalieri potrebbero cambiare

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 27 agosto 2015 – A poche settimane dalla giostra di agosto, messa in archivio con la stupenda vittoria di Luca Innocenzi, e con il rinnovo dei comitati di sestiere, fissato appunto per il 29 novembre da parte del «Consiglio degli Anziani» della Quintana, saranno diversi i possibili cambi all’interno delle scuderie.

Al momento, infatti, gli unici due sestieri che non avranno di questi problemi sono Porta Solestà e Porta Romana. Per i gialloblù, infatti, chiunque sostituirà Luigi Lattanzi nel ruolo di caposestiere non potrà rinunciare a Luca Innocenzi, campione in carica e soprattutto recordman della rievocazione, con nove successi conquistati più il Palio non assegnato nel luglio del 2007.

I rossoazzurri, invece, volteranno pagina dopo l’era di Emanuele Capriotti, puntando sul giovane Riccardo Raponi, 21enne di Recanati, ingaggiato proprio quest’anno insieme al giovanissimo Lorenzo Melosso.

Il cavaliere di Castignano, infatti, ha salutato il mondo della Quintana al termine della giostra di agosto, ricevendo il caloroso applauso di tutto lo Squarcia e pare che sia stato proprio lui a suggerire il nome di Raponi alla scuderia di Porta Romana. Regna l’incertezza, invece, negli altri quattro sestieri.

Per quanto riguarda Porta Tufilla, infatti, non è scontata la permanenza di Massimo Gubbini. Il folignate, infatti, che ha vinto quattro volte alla giostra ascolana, è sicuramente un fuoriclasse ed anche quest’anno è stato l’unico a giocarsela con Innocenzi. Qualora però al posto di Peppe Fazzini dovesse essere eletto un altro caposestiere, non è escluso che i rossoneri possano decidere di puntare su un cavaliere emergente.

Al momento, però, visto che in giro non ci sono troppi campioni, Gubbini ha almeno l’80 per cento di possibilità di gareggiare per Porta Tufilla anche nel 2016.

A Porta Maggiore, poi, tutto è legato al rinnovo dei comitati, con Guido Crotali che, sempre secondo alcune indiscrezioni trapelate negli ultimi giorni, sarebbe stato messo in discussione da alcuni sestieranti, sebbene il caposestiere dimissionario De Angelis e il console Vitelli abbiano sempre difeso il cavaliere ascolano. Crotali ha fatto vedere delle ottime cose nelle sue cinque partecipazioni alla Quintana, ma ci sono già alcuni nomi che circolano in via delle Terme.

Oltre a quello di Scattolini, che sogna un ritorno ad Ascoli, ci sono anche alcuni giovani che sono stati adocchiati dal sestiere neroverde, come ad esempio il folignate Pierluigi Cicchini, il ternano Fabio Picchioni oppure il faentino Marco Diafaldi. Ma, come detto, si tratta solamente di ‘fanta-Quintana’.

A Sant’Emidio, in molti spingono per la conferma di Aldo Falcioni, anche se pure in casa rossoverde si pensa di puntare a qualche giovane emergente, mentre al sestiere della Piazzarola, nonostante i continui apprezzamenti manifestati dal caposestiere Pierluigi Messidori, sembra essersi un po’ incrinato il rapporto tra i biancorossi e Denny Coppari.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Lega Pro, i calendari: la Maceratese subito nella tana della Lupa Successivo Fabriano, lite per i compiti, il ragazzino volato dal tetto è morto: donati gli organi