Quintana, questi i possibili duelli all’interno dei sestieri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 22 ottobre 2015 – Il conto alla rovescia è già cominciato e cresce ormai a dismisura, nei sei sestieri cittadini, l’attesa in vista delle prossime elezioni per il rinnovo dei comitati, in programma il 29 novembre. Una premessa, però, è doverosa: è difficile prevedere cosa potrà accadere all’interno dei sestieri, con l’esito delle urne che appare tutt’altro che scontato. Abbiamo però provato ad analizzare i vari movimenti che potrebbero esserci, in base alle candidature presentate nei giorni scorsi, individuando le possibili alternative ai capisestieri uscenti, con questi ultimi che si sono tutti ricandidati, anche se Luigi Lattanzi di Porta Solestà potrà svolgere solo il ruolo di consigliere. A proposito di Lattanzi, nel sestiere gialloblù il principale indiziato a ricoprire la carica di caposestiere, al momento, è il fratello Attilio. Difficile, spulciando nella lista dei candidati, trovare un antagonista, ma se proprio si deve fare un nome non si può restare indifferenti di fronte alla candidatura di Michele Di Domizio, personaggio di spessore nell’ambiente solestante. A Porta Solestà, poi, si dovrà nominare anche il nuovo console, con Mauro Mario Mariani che appare leggermente in vantaggio sullo stesso Luigi Lattanzi, su Patrizio Zunica e su Armando Bianchini. Non è escluso, però, qualche outsider. A Porta Tufilla, invece, il principale avversario di Peppe Fazzini potrebbe essere Simone Accorsi, mentre a Porta Maggiore si preannuncia un bel duello, molto probabilmente, tra l’attuale caposestiere Sergio Pompili (succeduto al dimissionario Antonio De Angelis) e Marco Regnicoli. Al sestiere di Sant’Emidio, poi, Mariangela Gasparrini dovrà respingere la concorrenza di Antonio Cocci, mentre per il ruolo di console il nome più insistente è quello di Vittorio Crescenzi. A Porta Romana dovrebbe ambire alla carica di caposestiere anche Andrea Ferretti, individuato come principale antagonista di Pierlugi Torquati. Alla Piazzarola, infine, difficile pensare che Pierluigi Messidori non venga riconfermato, ma l’eventuale colpo di scena sarebbe rappresentato da un exploit del giovane Luca Fattori, sestierante doc che gode dell’appoggio di molte nuove leve. Comunque, vale la pena ribadirlo di nuovo, si tratta solo di previsioni, che magari potrebbero essere prontamente smentite nel caso in cui uno dei candidati citati non dovesse essere eletto e dunque non dovesse rientrare tra i tredici più votati. La Quintana, per gli ascolani, è sacra, ma in vista delle elezioni è anche bello giocare e anticipare ciò che potrebbe accadere tra un mese. Magari tali pronostici verranno smentiti e si affacceranno nomi nuovi al vertice dei sestieri.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Napolitano nel comitato delle celebrazioni rossiniani Successivo La mamma di Valentino Rossi: "La gara si vive in totale silenzio"