Raffica di furti a Casette d’Ete, ma la Jeep rubata lascia a piedi i ladri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Sant’Elpidio a Mare (Fermo), 30 ottobre 2014 – Ormai i furti avvengono in serie: non più una sola abitazione presa di mira, ma sono nell’ordine di tre o quattro per notte. È accaduto nei giorni scorsi a Montegranaro e Monte Urano; è accaduto di nuovo, a inizio settimana, a Sant’Elpidio a Mare, dove in una notte sono state ‘visitate’ dai ladri quattro abitazioni. In tutti i casi, quando i malviventi hanno agito, nelle case c’erano i residenti che stavano dormendo e non si sono accorti di nulla.

Non pare che i malviventi ricorrano a prodotti narcotizzanti per essere sicuri di non esser colti in flagranza. La tecnica è sempre la stessa: entrano dalle finestre dopo aver praticato piccoli fori sufficienti a sbloccare le serrature. In una palazzina in pieno centro della frazione di Casette d’Ete, una volta entrati, i ladri hanno portato via oro, preziosi e denaro, ma hanno anche preso le chiavi del fuoristrada parcheggiato sotto casa, a bordo del quale si sono allontanati. Ma non hanno avuto tanta fortuna, visto che l’auto era dotata del sistema di allarme satellitare, per cui dopo un po’ si è inchiodata e ha costretto i ladri a proseguire a piedi.

Il fuoristrada è stato ritrovato qualche ora dopo lungo la superstrada. Ad accorgersi di quanto accaduto è stato il proprietario di casa, che si è svegliato di buon’ora e ha notato che alcuni indumenti e oggetti non erano al loro posto. Nelle altre tre abitazioni, i malviventi (quasi sicuramente sono stati gli stessi ad agire) hanno agito con le solite modalità, portando via oggetti di valore e soldi.

Ormai i furti non si contano più, tanti ne avvengono ogni notte in ogni parte del territorio. L’ultimo raid in un’abitazione si è verificato ieri sera verso le 20 in via La Masa. Qui due ragazzi si sono intrufolati in casa da una finestra al piano terra dopo aver tagliato la zanzariera. Hanno buttato tutto all’aria in cerca di bottino, poi sono scappati con monili e gioielli. I vicini di casa hanno segnalato ai carabinieri che i due ladri sono scappati a bordo di un’auto targata Ancona.



 

Precedente Blitz del Collettivo al saluto ufficiale: "Career Day favorisce la precarietà" Successivo Massaccesi e la ‘cenerentola’ Celano: «Abbiamo molto da perdere»