Raffica di furti, e a Gradara ladri in fuga con pantaloni e magliette

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 1 febbraio 2015 – Furti a Montelabbate, uno riuscito e l’altro tentato. Ma anche a Montecchio (riuscito) e altri due colpi a Pesaro per bottini di poco conto. Poi c’è un fatto: a Gradara spariscono vestiti da uomo. Sono quelli lasciati sui balconi anche durante la notte ad asciugare.

Con due furti in pochi giorni (zona ristorante la Gradarina) i ladri si sono concentrati su pantaloni, indumenti intimi e maglie preferibilmente maschili. Gli stendini al mattino erano vuoti e in alcuni casi era sparito anche lo stendino. Insomma, a Gradara nessuno se la sente di lasciare i vestiti a stendere nemmeno durante la giornata.

Ma tornando ai furti, a Montelabbate è accaduto che due ladri abbiano cercato di entrare in un appartamento pensando di trovarlo vuoto. Erano circa le 19 dell’altra sera. Ma una volta forzata la finestra si sono accorti che all’interno c’era l’intera famiglia. Si trovava in una parte più lontana della casa. Urla, richieste, un trambusto che ha messo in fuga i due malviventi sguasciati via per i campi vicini. Ritrovati alcuni attrezzi nelle vicinanze.

Non hanno incontrato difficoltà invece i ladri che sono entrati in due abitazioni del centro di Pesaro riuscendo a rubare però pochi spiccioli e qualche oggetto di valore. Anche in quel caso sono stati chiamati i carabinieri per effettuare un sopralluogo che permettesse di risalire agli autori del furto.

Non sono diminuite nemmeno le truffe ai danni di anziani che continuano ad essere considerati l’obiettivo privilegiato dei malviventi. Sanno che nessuno di loro farà verà resistenza alla richiesta di entrare in casa perché ispettori dell’Enel. Invece due giorni fa, un anziano ha chiamato il figlio informandolo della presenza di «ispettori». A quel punto i truffatori sono fuggiti.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Massaggi a luci rosse, condannata a due anni Successivo Inizia un Carnevale... in sicurezza: il sindaco vieta ombrelli e bombolette