Ragazza investita da un auto che si allontana

Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Montecchio (Pesaro), 24 agosto 2014 – E’ rimasta tramortita a terra, con la gamba ferita, mentre chi l’aveva appena investita, senza fermarsi, ha continuato spedito la corsa: impossibile che l’uomo, al volante di quell’auto grigia, nonostante l’impatto non si sia accorto di nulla.

E’ successo giovedì scorso, in pieno giorno, sulla strada Belvedere, quella che taglia la campagna di Montecchio per condurre al bivio per Tavullia, all’altezza dell’agriturismo “Il Tamerice”. La ragazza, che lavora come commessa in un negozio di Montecchio, è stata urtata mentre era in sella al proprio motorino: solo per una combinazione fortunata è stata poi quasi subito soccorsa da alcuni passanti. Le ferite riportate alla gamba hanno richiesto il trasporto all’ospedale San Salvatore di Pesaro dove, ieri, era ancora ricoverata.

E l’uomo al volante dell’auto? Ancora nessuna traccia ma la denuncia per omesso soccorso potrebbe portare in breve tempo a individuare l’auto e chi era in quel momento alla guida. A riguardo, infatti, ci sarebbero già alcune segnalazioni. Strada Belvedere, poco più che una via di campagna, ogni giorno viene percorsa da centinaia di auto come comodissima scorciatoia ma, nella sua parte terminale, all’altezza del “Tamerice”, si restringe e ha una visibilità parzialmente coperta dalla rigogliosa vegetazione e da alcuni saliscendi ciechi. Nonostante questo, e nonostante il limite di velocità ben segnalato quando si lascia il centro abitato alle spalle, gli incidenti si ripetono.



Precedente "Costa dei ricchi? Nome insensato Qui soffriamo la crisi più di tutti" Successivo Rivolta dei vu' cumprà "Adesso chi paga i danni?"