Ragazza rischia il coma etilico, in ospedale non ricorda come si chiama

alcol

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – Non erano nemmeno le 11 e la ragazza, una 25enne, non era in grado di parlare e nemmeno di reggersi in piedi sulle proprie gambe. Una volta affidata al personale del pronto soccorso, il 118 ha chiamato la polizia. Tutti erano infatti convinti che si trattasse di una minorenne che aveva saltato la scuola per andarsi ad ubriacare. La ragazza era talmente sbronza da non ricordarsi nemmeno il proprio nome. E’ accaduto l’altra mattina al pronto soccorso di Senigallia, dove un’ambulanza ha portato una giovane senigalliese che si trovava al limite del coma etilico per aver bevuto troppo già a metà mattinata.  Come da accordi presi nel corso dell’estate, il 118 informa il commissariato ogni qualvolta capiti di soccorrere minorenni per abuso etilico. Trovandosi quella giovane senza un nome, erano certi che fosse comunque minorenne. La polizia ha inviato sul posto una volante che ha poi richiesto l’ausilio della polizia municipale per cercare di capire chi fosse e poter quindi contattare i genitori. Verso mezzogiorno è arrivata la svolta. Notizia riferita dal Corriere Adriatico

Alcol tra i giovani (Foto Olycom)

Precedente Parco del Vallato, vandali in azione. Arrestato un 18enne Successivo Quintana, Porta Romana contrattualizza il cavaliere umbro Fabio Picchioni