Ragazzi rubano per fare festa, folle inseguimento a 160 chilometri all’ora

iurlaro

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – Ancora in tasca lo scontrino di un pacchetto di patatine comprato per non destare sospetti. Facevano scorta di spumante e superalcolici per festeggiare con gli amici il compleanno del più piccolo, ma non avevano fatto i conti con l’abilità dei militari. RUBANO cinque bottiglie di superalcolici dal supermercato, ma la vigilante se ne accorge e cerca di fermarli, loro la spintonano e fuggono in auto, rischiando pure di investirla. Rocambolesca fuga dall’Ipersimply di via Don Rettaroli poco prima delle 12, martedì, ma i malviventi con il loro bottino di circa cento euro, sono stati bloccati e arrestati dai carabinieri per rapina impropria. Ancora nel piazzale del supermercato i due si trovano davanti una pattuglia del Nucleo Radiomobile, composto dal vicebrigadiere Gilberto Marcantognini e dall’appuntato Salvatore Pizzardi, allertata dal personale mentre la vigilante cerca di bloccarli. La pattuglia cerca di sbarrare la strada alla Opel Meriva, ma il conducente sgattaiola via con una manovra repentina che rischia di prendere in pieno la vigilante, 43enne. Un balzo fulmino indietro scongiura l’investimento. La fuga prosegue. Dopo quasi un quarto d’ora di sorpassi, anche a 160 chilometri orari, all’altezza di via Garibaldi il passeggero lancia la borsa con le bottiglie rubate dal finestrino, colpendo una Citroen in sosta (un migliaio di euro i danni al cofano). Avrebbero potuto colpire un pedone causando conseguenze ben più serie. L’inseguimento da film prosegue ancora qualche centinaio di metri, stavolta verso l’uscita della città, ma i militari riescono a incastrare l’auto nel tratto di via Ancona vicino alla farmacia comunale ed arrestarli: sono un 21enne e un 24enne giostrai, incensurati, domiciliati a Jesi e Recanati. Su richiesta del pm ministero sono stati ristretti agli arresti domiciliari, in attesa della pronuncia del gip. Un inseguimento alla Starsky e Hutch che ha rischiato per venti lunghi minuti di causare incidenti, specie per le vie del centro dove i due sono fuggiti a tutta velocità a bordo della loro Opel Meriva, sperando di farla franca, come forse altre volte. Quando l’auto dei carabinieri, diretti dal maresciallo Roberto Scarpone e coordinati dal tenente Maurizio Dino Guida, li ha affiancati per fermarli hanno anche cercato di allargarsi al centro della careggiata per farsi largo. Nell’abitacolo i due avevano altre cinque bottiglie di superalcolici rubati da un altro supermercato. Notizia riferita da Sara Ferreri IL RESTO DEL CARLINO

 

Precedente Arrestati 3 siriani con passaporti falsi Successivo Il mare infuriato si mangia la spiaggia