Ragazzina cerca i Pokemon e precipita in un dirupo

tmp_12422-1914961_mess249378842

Il Borghigiano il blog di Fabriano e delle Marche-

Pokemon Go sta diventando un fenomeno globale. Così come gli imprevisti legati al gioco. Fatti di cronaca – più o meno gravi – si sono verificati in tutto il mondo.
D’altronde trovare i Pokemon è possibile ovunque, anche in posti, e in momenti, decisamente non adatti. È un po’ quello che è accaduto a una ragazzina recanatese che, smartphone in mano, si è ritrovata in un dirupo.
Protagonista una quattordicenne che domenica pomeriggio era in compagnia di due coetanee. Stava giocando con la popolarissima applicazione per cellulari e il suo obiettivo era quello di catturare Pikachu. E così, con le amiche, ha cominciato a percorrere la circonvallazione, tra la curva del Colle dell’Infinito e il Grottino, prima di addentrarsi nel Pincetto, in una parte abbandonata, di certo non praticabile. Improvvisamente la ragazzina è scivolata, finendo nel dirupo. La caduta è avvenuta dove una volta c’era una gancia delle bocce (il terreno è franato a valle, rendendo off-limts quella parte di sottobosco).
La quattordicenne non ha riportato ferite preoccupanti ma era molto spaventata e non riusciva a risalire. Subito si sono mobilitate le amiche, che hanno iniziato a chiedere aiuto.
Si sono avvicinati sul posto due turisti – provenienti da fuori regione e arrivati nella città leopardiana in camper – e un recanatese. I soccorritori hanno preso un cavo utilizzato per il traino delle auto, che la baby appassionata di Pokemon Go ha potuto utilizzare per risalire. Purtroppo, però, addio telefonino: è finito nella boscaglia durante la caduta.

Notizia riferita dal Corriere Adriatico 

Precedente Porto Sant'Elpidio, allarme sul litorale Fiamme in un cantiere abbandonato Successivo Senigallia, travolto sulla statale E' morto il ciclista di 73 anni