Rapina in tabaccheria: a processo finisce anche la vittima

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

San Benedetto del Tronto (Ascoli), 12 novembre 2014 – E’ stata rapinata ma a processo finisce anche lei. E’ successo a San Benedetto del Tronto. A seguito di un assalto armato avvenuto nel 2010 ai danni di una tabaccheria in città, il giudice delle udienze preliminari del tribunale di Ascoli Piceno Rita De Angelis ha rinviato a giudizio un 25enne di San Benedetto; l’accusa è di rapina aggravata dall’uso di un coltello da cucina col quale il giovane minacciò la tabaccaia e per essersi camuffato con un passamontagna e un paio di occhiali da sole. Il processo inizierà il 25 febbraio 2015.

Nel frattempo è però già iniziato il processo a carico della titolare della tabaccheria rapinata. La Procura di Ascoli la accusa di fraudolento danneggiamento di beni assicurati: nel quantificare agli investigatori l’entità del bottino avrebbe infatti indebitamente aggiunto circa 5.600 euro fra ‘gratta e vincì, ricariche telefoniche e bolli auto incassati. Beni che il rapinatore non avrebbe portato via, ma per i quali la donna presentò richiesta di risarcimento alla compagnia che assicurava l’esercizio commerciale. Non è stata comunque quantificata con certezza la somma rapinata che, secondo la Procura non supererebbe i 4.152 euro.



 

Precedente FABRIANO PRO MUSICA Presenta: Il Compleanno Di Peppe 2014 al Palasport il 6 Dicembre Successivo «Ricordare la memoria di chi ha dato la vita per il nostro Paese»