Rapinatore pentito si costituisce: ‘Ero sbronzo, volevo rifarmi delle perdite alle slot’

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Porto Sant’Elpidio (Fermo), 8 ottobre 2014 – Rapina un bar e tenta di rubare in un altro esercizio, poi si pente e si costituisce. Verso le 23 del 4 scorso un equipaggio della Volante del Commissariato è intervenuto in un bar con sala slot di Porto Sant’Elpidio, da dove era partita una richiesta di intervento per un tentato furto.

Poco prima il titolare aveva udito un forte rumore proveniente dalla sala slot e subito dopo aveva visto due giovani allontanarsi a bordo di uno scooter di colore scuro.

Gli agenti si sono accorti che due slot machine erano state danneggiate nel tentativo di aprire il serbatorio delle monete, cosa peraltro non riuscita, e che sul posto era stato abbandonato un casco da motociclista.

Durante il sopralluogo per il furto, gli operatori sono venuti a conoscenza di una rapina in un bar poco distante ad opera di una persona che, indossando un casco e brandendo un coltello da cucina, aveva minacciato il titolare facendosi consegnare l’incasso.

Intervenuti sul posto e acquisite le prime informazioni, hanno ipotizzato che l’autore della rapina potesse essere lo stesso del tentato furto. Quindi, sono state attivate le indagini basate sulle descrizioni fornite dalle vittime dei reati e sulla tracce: si faceva strada l’ipotesi secondo cui il responsabile fosse un pregiudicato del posto.

Ieri, tramite il proprio avvocato, M.B., cittadino tunisino del 1983, con precedenti di polizia, si è presentato negli uffici del Commissariato per confessare. L’uomo ha riferito di aver commesso i reati perché in stato di ebbrezza e per rifarsi delle perdite subite nella giornata alle slot machines. Verificata la rispondenza delle dichiarazioni agli elementi finora raccolti, lo straniero è stato denunciato in attesa di ulteriori accertamenti.



 

Precedente Omicidio di Lucia Bellucci, 30 anni all'ex fidanzato Successivo 30 anni per avere ucciso ex fidanzata