Rca, la truffa delle polizze fantasma: due denunce

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Porto San Giorgio (Fermo), 2 dicembre 2014 – In seguito ad alcune denunce pervenute al Commissariato da parte di cittadini che lamentavano di essere stati truffati, in quanto sottoscrittori di polizze RCA poi mai attivate dal sedicente agente assicurativo, nel luglio di quest’anno era stato denunciato R.R., residente di Porto San Giorgio del 1975.

Nei suoi confronti era stato chiesto contestualmente un decreto di perquisizione dell’abitazione. Non era sfuggito infatti agli investigatori che R.R. fosse legato affettivamente ad una parente di un altro noto pregiudicato locale, il settantacinquenne P.R., in regime di detenzione domiciliare per condanne relative a reati come la falsificazione di documenti e sigilli.

La perquisizione, effettuata a casa di P.R., dove si è scoperto essere effettivamente domiciliato il denunciato, ha permesso di trovare una mole di materiale tale da aver impegnato fino a oggi i poliziotti del Commissariato.

Così, R.R. e P.R. sono stati denunciati per falso, truffa, fabbricazione di documenti falsificati e ricettazione. Nell’abitazione, infatti, ingegnosamente nascosti in un vano segreto, sono stati trovati documenti abilmente falsificati, documenti di circolazione in bianco risultati rubati in vari uffici d’Italia, prove di stampa di assegni, computer il cui contenuto risulta da verificare, una targa prova compendio di furto e, da ultimo, anche un fucile monocanna non denunciato.

Le risultanze degli accertamenti sono state quindi inviate al sostituto procuratore della Repubblica di Fermo Alessandro Piscitelli, che cura la direzione delle indagini.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Muore d’infarto all’uscita del supermercato Successivo Choc a Camerino, orribile fine di una ex parrucchiera di 54 anni suicida con l'acido Il biglietto: «Scusatemi»