Record di presenze per Fritto Misto, oltre 95mila

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 4 maggio 2015 – Grande successo per Fritto Misto 2015! La kermesse dedicata alla frittura italiana ed internazionale di qualità che si è svolta dal 24 Aprile al 3 Maggio, ha fatto registrare in questa edizione oltre 95.000 presenze, 10.000 in più rispetto allo scorso anno. Un dato che conferma la continua crescita dell’evento che, nella sola giornata del 1° Maggio ha totalizzato 25.000 visitatori.

Grande soddisfazione da parte degli organizzatori, che hanno annunciato le nuove date dal 22 Aprile al 1° Maggio 2016.

Oltre 135.000 sono state le degustazioni presso il Palafritto, tempio della frittura, con una netta preferenza per le Olive ascolane del Piceno Dop, vere regine della manifestazione. Premiati dai visitatori anche i piatti tradizionali della Sicilia, a partire dagli arancini e dai cannoli siciliani. Sul podio, di questa ideale classifica delle specialità fritte, pure i panzerotti, autentiche eccellenze della gastronomia pugliese. Apprezzate dai visitatori anche le ricette straniere e la ricca offerta di fritti senza glutine, proposti in collaborazione con AIC Associazione Italiana Celiachia – Regione Marche.

Grande curiosità per Vini e street food di marca, novità 2015 realizzata con il Consorzio di Tutela Vini Piceni.

Massimo Garofoli, Aurelio Damiani, Enrico Mazzaroni, Errico Recanati e Rosaria Morganti, i cinque Chef che si sono alternati all’interno dell’area, hanno deliziato il pubblico proponendo prelibate pietanze fritte, preparate con le migliori materie prime e proposte in abbinamento ai giusti vini piceni.

Notevole conferma anche per i Cooking Show di Fritto Misto, durante i quali Chef e apprezzati maestri di cucina hanno preparato dal vivo e in modo spettacolare succulenti piatti, svelando al pubblico trucchi e tecniche di cottura.

Pieno di consensi anche per le Lezioni da bere, le prestigiose sessioni di degustazione delle eccellenze da bere marchigiane condotte dai membri della Fondazione Italiana Sommelier Marche, in collaborazione con il Consorzio dei Vini Piceni e l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini.

Successo anche per l’area dedicata agli amanti del luppolo con il Birrificio Il Mastio, che ha confermato l’abbinamento perfetto tra birra e fritto, e per la Spuma Paoletti che ha viziato gli amanti delle bibite. Gettonatissime anche le iniziative del Polo Didattico, con tantissimi alunni della scuola d’infanzia e primaria che si sono cimentati nei Laboratori Cucina la Tua Oliva, realizzando l’Oliva Ascolana del Piceno Dop secondo la ricetta originale.

Grande ritorno per la Fritto Card: 40.000 persone hanno utilizzato la speciale carta servizi di Fritto Misto, usufruendo di sconti e graditi omaggi durante la manifestazione.

Fritto Misto, è stato organizzato anche quest’anno da Tuber Communications e dall’Agenzia Sedicieventi, con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Ascoli Piceno, il supporto della Camera di Commercio di Ascoli Piceno e la collaborazione di numerose associazioni di categoria del territorio.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Ecco la mappa settimanale degli autovelox della polizia stradale Successivo Dc modifica simbolo a Fermo e Macerata